giovedì,Dicembre 2 2021

Cetraro: aumentano i casi Covid, l’accorato appello del sindaco ai cittadini

Ermanno Cennamo: "A tutti i miei concittadini, prima ancora di eventuali ordinanze che stiamo valutando, chiedo la massima collaborazione e la necessità di compiere sforzi per non pregiudicare le prossime festività natalizie"

Cetraro: aumentano i casi Covid, l’accorato appello del sindaco ai cittadini

Cetraro i casi di contagi Covid tornano a salire vertiginosamente, facendo allarmare cittadini e istituzioni. Il sindaco Ermanno Cennamo ha voluto diffondere un messaggio sui social per invitare la popolazione ad usare maggiore prudenza ed evitare di attuare maggiori restrizioni: «A tutti i miei concittadini – ha scritto -, prima ancora di eventuali ordinanze che stiamo valutando, chiedo la massima collaborazione e la necessità di compiere sforzi per non pregiudicare le prossime festività natalizie. Indossare la mascherina protegge ognuno di noi, vaccinarsi è l’unica via d’uscita. Confido sul buon senso di ognuno pregandovi di divulgare questo mio appello e considerarci comunità».

Situazione preoccupante

«I casi di positività stanno aumentando vertiginosamente in tutta la nostra provincia – ha poi continuato il primo cittadino -. A Cetraro, in particolare, si registrano nuovi casi riconducibili a contatti stretti di soggetti positivi. Se apriamo la tv e leggiamo le notizie divulgate dai principali giornali nazionali capiamo che il rischio del contagio è molto alto in tutta Italia. Sarà il governo stesso a mettere in campo misure restrittive nel Consiglio dei ministri di domani».

Voci infondate

Il sindaco in mattinata è dovuto intervenire su una questione personale, per smentire le voci insistenti che da qualche ora si susseguono nella cittadina tirrenica. «Da ieri sera circola voce che ho contratto il Covid-19. Non è assolutamente così! Lo avrei detto io stesso ai miei concittadini e mi sarei attenuto alle regole con responsabilità». Poi ha continuato: «Mi preoccupa questo chiacchiericcio e mi preoccupano ancora di più quelle parole messe in circolo per denigrare le persone, le istituzioni, le famiglie, la chiesa. Bisognerebbe avere il buon senso di conoscere la verità, di pensare a come possano stare moralmente e fisicamente le persone quando vengono ingiustamente coinvolte nel facile chiacchiericcio. Dimostriamo di essere una comunità evitando questo vezzo preoccupante».

Articoli correlati