giovedì,Dicembre 2 2021

Paola, tredicenne ha un attacco di cuore, salvata da due agenti della Stradale

Durante un controllo i poliziotti si sono accorti che la ragazza era sofferente e l'hanno scortata immediatamente al Pronto soccorso salvandole la vita

Paola, tredicenne ha un attacco di cuore, salvata da due agenti della Stradale

Non solo multe e sequestri. Gli angeli della Stradale, i poliziotti che vigilano quotidianamente sulla viabilità, lavorano per evitare danni ad automobilisti e passeggeri e talvolta il loro intervento si rivela fondamentale. È quello che è accaduto nella storia di qualche giorno fa che ha come protagonisti la pattuglia del distaccamento della Polstrada di Scalea, diretto dall’ispettrice Maria Rita Valente, e Ludovica, una giovanissima studentessa del Tirreno cosentino con problemi cardiaci. La ragazzina, 13 anni appena, ha accusato un malore che poteva avere drammatiche conseguenze, ma ha avuto la fortuna di imbattersi in due agenti dal cuore d’oro.

Prima un controllo e poi la corsa in ospedale

Circa una settimana fa Ludovica e sua madre, che era alla guida dell’auto, sono state fermate per un controllo mentre viaggiavano verso Paola. La donna alla guida è apparsa molto agitata, mentre la figlia, affetta da patologie cardiache, mostrava chiari e preoccupanti segni di sofferenza, si contorceva dal dolore, aveva il viso pallido e difficoltà a respirare. Capita la gravità della situazione, i due agenti hanno dapprima scortato l’auto della donna fino al pronto soccorso di Paola, agevolando l’arrivo al nosocomio e accorciando i tempi, poi si sono precipitati nel nosocomio San Francesco per avvisare il personale sanitario dello stato di salute della ragazza.

L’intervento e il sangue freddo dei poliziotti ha consentito al personale in servizio di effettuare accertamenti mirati e di mettere in atto le relative manovre di stabilizzazione. Ma c’è di più. I due agenti hanno atteso nel pronto soccorso per tutto il tempo delle operazioni, al fine di accertarsi che la 13enne non fosse in pericolo di vita. I poliziotti hanno lasciato l’ospedale solo quando la paziente è stata trasferita in un’altra stanza per il canonico periodo di osservazione e dichiarata fuori pericolo. Ludovica poco dopo è stata dimessa e le sue condizioni di salute non destano preoccupazione.