lunedì,Gennaio 17 2022

Mare pulito: Provincia di Cosenza, Arpacal e 19 Comuni firmano il Protocollo contro l’inquinamento

L'associazione promotrice dell'intesa: «Abbiamo raggiunto un risultato storico portando gli attori istituzionali a dialogare fra loro». I dati del monitoraggio confluiranno in un archivio online

Mare pulito: Provincia di Cosenza, Arpacal e 19 Comuni firmano il Protocollo contro l’inquinamento

Si terrà venerdì 3 dicembre 2021 alle 15.30 presso la Sala Nova della Provincia di Cosenza con i soggetti istituzionali aderenti al progetto, la firma ufficiale del Protocollo d’intesa per la salvaguardia e la tutela del mare che da quel momento diventerà esecutivo. La data inizialmente prevista per lo scorso 27 novembre è stata rinviata al 3 dicembre per sopraggiunti impegni istituzionali.

«Pochi giorni ci separano dalla concretizzazione di un sogno al quale abbiamo lavorato, costantemente, nel corso dello scorso anno» dichiara l’associazione Mare Pulito. «Abbiamo raggiunto un risultato storico portando gli attori istituzionali a dialogare fra loro in un incontro via streaming da cui è scaturito lo stesso Protocollo».

«Siamo entusiasti! Se avremo un mare più pulito e più sano, lo avremo grazie al contributo di tutti al Protocollo d’intesa per la salvaguardia e la tutela del mare. Lo abbiamo scelto come motto della nostra associazione: “Uniti, possiamo” per questo nel corso dell’anno abbiamo messo tutto il nostro impegno nel dialogo costante con le parti coinvolte per raggiungere questo importante risultato. Il mare e l’ambiente restano la nostra principale preoccupazione come dimostra la quotidiana attività di divulgazione di buone pratiche attraverso la pagina Facebook e il profilo Instagram della nostra associazione e attraverso il sito www.marepulito.org».

Il Protocollo per la salvaguardia e la tutela del mare impegna tutte le parti in causa a un lavoro coordinato su ciò che concerne la gestione delle acque marittime, con particolare attenzione alle fonti inquinanti da individuare e reprimere, e prevede un aggiornamento trasparente da parte di ogni comune sulle proprie attività di controllo. Su un apposito archivio online provinciale, verranno pubblicati dati, comunicazioni e documentazioni delle avvenute attività di tutela e monitoraggio.

«L’associazione Mare Pulito – si legge nel comunicato – si impegna a vigilare che il Protocollo venga rispettato, aggiornando costantemente, nella totale trasparenza che ci ha sempre contraddistinto, la popolazione. L’associazione sarà impegnata anche ad organizzare giornate di formazione nelle scuole continuando l’attività di divulgazione e sensibilizzazione».

I soggetti istituzionali coinvolti sono la Provincia di Cosenza, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria e i diciannove comuni firmatari: San Nicola Arcella, Bonifati, San Lucido, Belmonte Calabro, Falconara Albanese, Guardia Piemontese, Sangineto, Cetraro, Longobardi, Fuscaldo, Grisolia, Amantea, Paola, Santa Maria del Cedro, Acquappesa, Tortora, Diamante, Scalea, Fiumefreddo Bruzio.