domenica,Gennaio 23 2022

Covid Cosenza, De Marco: «La pandemia non dà tregua, vaccinatevi»

L'assessore alla Salute: «Il momento è delicato, il traguardo è vicino, a patto, però, che ognuno di noi faccia fino in fondo la sua parte»

Covid Cosenza, De Marco: «La pandemia non dà tregua, vaccinatevi»

L’assessore alle politiche della salute di Palazzo dei Bruzi, Maria Teresa De Marco, ha rivolto un appello ai cittadini per sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti-covid, utilizzando l’opportunità dell’“Open Vax Weekend” promosso dalla Regione Calabria, con la Protezione civile regionale e l’Azienda Sanitaria provinciale, che consente la vaccinazione sia oggi che domenica 5 dicembre senza bisogno di prenotazione, recandosi  al punto vaccinale allestito presso il Palazzetto delle Associazioni di via degli Stadi. (CONTAGI IN AUMENTO A LUZZI)

Covid Cosenza, l’appello dell’assessore Maria Teresa De Marco

«Cari concittadini – sottolinea Maria Teresa De Marco nel suo appello – la pandemia non dà tregua, i numeri, purtroppo, sono in costante crescita. La Calabria non può permettersi di caricare il sistema sanitario già gravato da atavici problemi. Questo è il tempo della responsabilità, bene ha fatto il sindaco Franz Caruso a mettere in atto provvedimenti tesi a fronteggiare il diffondersi del contagio».

«La scienza, per fortuna – afferma ancora l’Assessore alle politiche della salute di Palazzo dei Bruzi – ha messo a nostra disposizione, in tempi straordinariamente rapidi, l’unico strumento in nostra difesa: il vaccino. Ora, affinché possiamo riprendere in mano la nostra vita, dobbiamo vaccinarci. Vi prego, cari concittadini, non sottraetevi, non lasciatevi condizionare dalle non sempre corrette informazioni».

«Cosenza – conclude Maria Teresa De Marco – è tra le città della regione che ha fatto registrare il maggior numero di inoculazioni, non fermiamoci adesso, continuiamo così. Il momento è delicato, il traguardo è vicino, a patto, però, che ognuno di noi faccia fino in fondo la sua parte. Grazie per quello che – sono sicura – farete per la nostra comunità».

Articoli correlati