martedì,Agosto 9 2022

A Castiglione Cosentino le opere del Rinascimento dedicate alla Vergine Maria

La mostra è composta da 19 tele, raffiguranti le copie di alcune delle opere più belle e significative dei più importanti artisti del Rinascimento, come Raffaello, Botticelli e Michelangelo

A Castiglione Cosentino le opere del Rinascimento dedicate alla Vergine Maria

La mostra d’arte mariana itinerante, Tota Pulchra – La Bellezza di Maria, articolato progetto artistico catechetico, realizzato dalla casa editrice Scripta Maneant di Bologna, visita la Chiesa dei Santi Nicolò e Biagio di Castiglione Cosentino.

Riflessione sulla fede

La mostra è composta da 19 tele, raffiguranti le copie di alcune delle opere più belle e significative dei più importanti artisti del Rinascimento, come Raffaello, Botticelli e Michelangelo che raccontano, negli episodi più salienti, la straordinaria vicenda terrena della Beata Vergine Maria, proposta come momento di contemplazione e meditazione partendo dalla bellezza dell’opera d’arte, che suscita stupore. Il visitatore viene condotto, attraverso un percorso di immagini e meditazioni, a una riflessione sulla fede, profonda e insieme accessibile a tutti.

La via della bellezza

La mostra, visitabile gratuitamente, è corredata da brochure e schede informative sui dipinti e da un libretto utile per un incontro comunitario di preghiera e meditazione sui vari momenti della vita della Madonna, così come illustrata dai quadri. L’idea del progetto è maturata prendendo spunto dalle parole del Santo Padre Francesco nell’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium al punto n. 167 che recita: È bene che ogni catechesi presti una speciale attenzione alla “via della bellezza” (via pulchritudinis).

I canali dell’estetica

«Pensiamo che tale iniziativa, come suggerisce il Pontefice – afferma il coordinatore Fabio Napolitano – possa contribuire a coinvolgere le comunità cristiane in un cammino che le porti a sperimentare nuove forme di evangelizzazione». Leggere l’incontro con il mistero della Madre di Dio, attraverso i canali dell’estetica, alternativi e complementari a quelli della riflessione razionale permette di percepirlo per mezzo del sentimento, dell’esperienza, dell’intuito, piuttosto che comprenderlo mediante la fatica del concetto. «L’iniziativa è sostenuta dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. Il vernissage si è tenuto nella Chiesa Madre, recentemente riaperta al culto, nel giorno dell’Epifania. Sono intervenuti il parroco Don Salvatore Buccieri, il sindaco di Castiglione Cosentino Salvatore Magarò, l’architetto Tiziana Pulice, docente di storia dell’arte e lo stesso curatore della mostra Fabio Napolitano.

Aperta fino al 13 gennaio

L’esposizione delle opere rimarrà fino a giovedì 13 gennaio. Un cammino quindi, accanto a Maria, al suo volto e agli episodi della sua vita con Cristo, resi immortali dai capolavori dell’arte. Le opere d’arte ci dicono che anche noi possiamo vivere lo stesso percorso terreno di Maria e ripetere i suoi stessi passi, per manifestare la nostra piena adesione a Cristo.

Articoli correlati