martedì,Agosto 9 2022

Artusi: «Bene a San Marco Argentano le sedute consiliari in video conferenza»

Il consigliere di maggioranza: «Grande salto di qualità al nostro comune. Parise della minoranza non ha contezza degli attacchi che proferisce»

Artusi: «Bene a San Marco Argentano le sedute consiliari in video conferenza»

«Il gruppo di maggioranza esprime grande soddisfazione e compiacimento nei confronti della lodevole iniziativa del Presidente del Consiglio comunale di San Marco Argentano, che con provvedimento del 30.12.2021 ha approvato le misure operative straordinarie previste per l’emergenza epidemiologica da covid 19 per le sedute del Consiglio comunale in video conferenza». Ad affermarlo in una nota è il consigliere Antonio Artusi. «Il sistema che verrà adottato per la sala consiliare – spiega – garantisce innumerevoli funzioni e consente al nostro Ente di collocarsi nella ristrettissima schiera dei comuni a livello regionale, dotati di un sistema di altissima qualità di video conferenza e gestione delle sedute del consiglio comunale. Le caratteristiche saranno meglio specificate in un ulteriore comunicato stampa del Presidente del Consiglio Comunale, che ha fortemente voluto che il nostro comune si dotasse di questa innovativa tecnologia».

San Marco Argentano, Artusi si scaglia contro l’opposizione

«Ciò detto, risulta evidente che le inopportune dichiarazioni apparse sulla stampa del consigliere comunale Antonio Parise, siano conseguenza della sua non conoscenza delle caratteristiche dell’impianto indicato – continua Artusi -. Il consigliere Parise avrebbe fatto bene, per come sarebbe suo dovere fare, prima di dare alla stampa notizie prive di fondamento, a documentarsi e leggere la determina n.1347/021 del responsabile del I° settore AA.GG. – Servizi Socio-Culturali ed il suo allegato. Se l’avesse fatto, si sarebbe accorto innanzitutto che di un sistema del genere, sia lui che altri, non avevano mai parlato con il sottoscritto, nella qualità di Presidente del Consiglio comunale dell’epoca. Inoltre, avrebbe capito di cosa si tratta e non avrebbe fatto quelle illazioni assolutamente false, ovvero, che il gruppo di maggioranza avrebbe deciso di dotare il comune della tecnologia indicata, solo per evitare inesistenti problematiche dello stesso gruppo».

«Grande salto di qualità del nostro comune»

«Illazioni, fra l’altro, attribuite in maniera scorretta all’opinione pubblica, la quale viceversa, ha molto apprezzato, sulla base delle tantissime attestazioni di stima che quotidianamente ci giungono, la decisione di dotare il nostro Ente della già richiamata altissima tecnologia. Invero – aggiunge ancora – l’unica motivazione che ha spinto il Presidente del Consiglio comunale, chiaramente con l’unanime consenso dell’intero gruppo di maggioranza, che democraticamente adotta tutte le proprie decisioni dopo una articolata ed approfondita discussione, alla quale tutti partecipano con uguale e determinante contributo, è stata quella di far fare una grande salto di qualità al nostro comune ed inoltre, per finalmente dotare la nostra, per altro verso bellissima sala consiliare, di un impianto audio efficiente, sostituendo quello ad oggi esistente, oramai obsoleto e di cui da decenni si discute sulla necessità di sostituirlo.

Da sottolineare ancora che il consigliere Parise ha definito l’iniziativa del Presidente del Consiglio tardiva, rispetto alla normativa risalente all’anno 2020 Ricordo che tardiva è solo quella decisione e/o iniziativa adottata dopo la scadenza di un termine stabilito dalla normativa del settore vigente. Nella fattispecie – chiude Artusi – la normativa non poneva alcun termine, essendo lasciata alla libera determinazione dei comuni, dotarsi o meno dell’impiantistica indicata».