domenica,Gennaio 23 2022

Cinque mesi di cammino e 3000 km in 3 minuti: il video della spedizione di Va’ Sentiero che attraversa anche la montagna cosentina

Il giovane team ha documentato il percorso che ha toccato le Terre alte di cinque regioni: assieme alla Calabria, Campania, Basilicata, Sicilia e Sardegna

Cinque mesi di cammino e 3000 km in 3 minuti: il video della spedizione di Va’ Sentiero che attraversa anche la montagna cosentina

Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna: sono le regioni della terza tranche della spedizione di Va’ Sentiero, il giovane team che ha percorso e documentato 7850 km del Sentiero Italia, l’alta via definita dalla Cnn «il più grande dei grandi cammini». In tre minuti di video ( https://www.youtube.com/watch?v=NbJABH6Euy8) le 2 ragazze e i 5 ragazzi di Va’ Sentiero raccontano i panorami, i volti e le storie scoperte lungo un cammino durato cinque mesi, iniziato il 25 aprile da Messina, in Sicilia, e concluso il 25 settembre sempre nell’isola, attraversando nell’ordine Sardegna, Campania, Basilicata e Calabria. 

In particolare, la Calabria è stata esplorata dal magico borgo di Morano Calabro fino alla città di Reggio Calabria per oltre 600 km, scoprendo i 3 parchi nazionali, del Pollino, della Sila e dell’Aspromonte, altri regionali come il Parco delle Serre, e borghi unici come San Donato di Ninea, Tiriolo, Lorica o Serra san Bruno.

Questa è la terza e ultima tranche di un’avventura iniziata tre anni fa da Muggia, nel Golfo di Trieste, con l’obiettivo di promuovere l’alta via più lunga del mondo e documentare professionalmente le montagne di tutta Italia con un format originale, dalle Alpi agli Appennini, isole comprese. Va’ Sentiero ha completato 7.850 km complessivi in 365 tappe, attraversando 20 regioni italiane, 16 parchi nazionali e centinaia di piccoli borghi montani, con migliaia di persone che si sono unite al team Va’ Sentiero in stile Forrest Gump.

«Ce l’abbiamo fatta – scrivono Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono, co-founders di Va’ Sentiero –: abbiamo trasformato un sogno collettivo in realtà e ne siamo orgogliosi. In questi anni ci hanno accompagnato le parole di Brecht: ‘Non aspettarti nessuna risposta oltre la tua’. Le Terre Alte del nostro paese rappresentano un tesoro incredibile che dobbiamo imparare a conoscere, rispettare e valorizzare; il Sentiero Italia, che le attraversa tutte, è uno strumento perfetto per farlo. I tempi sono maturi anche in Italia per spingere sul trekking e il turismo consapevole: sentiamo di essere sulla via giusta! Dopo 3 anni di esplorazione e documentazione, di duro lavoro e sacrifici, possiamo dire che il cammino di Va’ Sentiero verso la valorizzazione delle Terre Alte è appena iniziato».

Dietro le quinte

La spedizione sperimentale e la guida di Va’ Sentiero nascono dal sogno dei tre fondatori Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono, i quali hanno costruito un vero e proprio team per svolgere sia la spedizione che l’enorme attività documentativa. Alla spedizione 2021, oltre ai co-fondatori, hanno partecipato Francesco Sabatini, Andrea Buonopane, Diego Marmi, Martina Stanga e Giovanni Tieppo. 

Questo sogno è diventato realtà grazie al decisivo contributo degli sponsor Montura, Ferrino, Oxeego, Vibram, Fitline e alle centinaia di sostenitori che hanno partecipato alle campagne di crowdfunding. Il sito e la guida digitale www.vasentiero.org sono stati realizzati gratuitamente dalla web agency 150up, che ha sposato la mission di Va’ Sentiero, e con il contributo tecnico della piattaforma cartografica digitale Outdooractive che ha fornito le mappe professionali interattive.