lunedì,Gennaio 17 2022

Protesta dei lavoratori della San Bartolo, la deputata Orrico: «La Regione intervenga subito»

La solidarietà della pentastellata che chiede l'apertura di un tavolo sindacale tra la proprietà e i dipendenti

Protesta dei lavoratori della San Bartolo, la deputata Orrico: «La Regione intervenga subito»

Laura Orrico ha manifestato solidarietà nei confronti dei lavoratori che da questa mattina stanno protestando a Cosenza. «Tre dipendenti della storica Casa di cura San Bartolo-Misasi, che ha ultimamente cambiato proprietà, sono saliti sul tetto dell’edificio con delle taniche di benzina minacciando di farsi del male.

Leggi anche ⬇️


Hanno da poco ricevuto una lettera di licenziamento. Non sono gli unici ad essere stati licenziati. In tutto sono 51 i dipendenti della struttura privata convenzionata rimasti senza lavoro, in piena pandemia, col nostro sistema sanitario in affanno. Una vicenda umanamente drammatica ed un’autentica bomba sociale pronta a deflagrare – scrive la Orrico – perché con loro ci sono altrettante famiglie calabresi che rimarranno senza un sostegno economico, talvolta l’unico, ad affrontare un periodo di crisi difficile per tutti. In questo momento è dunque necessario salvaguardare ogni singolo posto di lavoro ed impegnarsi affinché il dialogo fra le parti non si spenga provando a trovare soluzioni nel breve e nel lungo periodo. Ecco perché è non solo auspicabile, ma doveroso, che le istituzioni competenti – con in prima fila la Regione Calabria che si era in tal senso dimostrata disponibile – si spendano per attivare al più presto un tavolo di confronto fra la proprietà, i lavoratori e le organizzazioni sindacali. Non lasciamo che il prezzo della crisi venga pagato sempre dai più fragili».