domenica,Maggio 29 2022

Covid, Caruso: «Quarta dose? Adattare i vaccini alla variante Omicron»

Tornano d'attualità le dichiarazioni rilasciate a Cosenza Channel, dal presidente della società di Virologia, nel momento in cui si parla di una nuova dose "booster"

Covid, Caruso: «Quarta dose? Adattare i vaccini alla variante Omicron»

«Oggi, in Italia, la variante dominante è quella Delta, la più aggressiva e quindi dobbiamo difenderci a tutti i costi. I vaccini attuali sono stati creati a misura del virus originale, quello di Wuhan, e per essere efficaci è necessario che si mantenga alto il livello di immunità». Pensieri e parole di Arnaldo Caruso, presidente della società italiana di Virologia, originario di Cosenza, nonché fratello del primo cittadino bruzio, che a fine dicembre 2021, aveva rilasciato una lunga intervista a Cosenza Channel, anticipando quello che è il tema del giorno: la quarta dose dei vaccini anti-covid.

Quarta dose del vaccino anti-Covid, parla Arnaldo Caruso

«Più volte ho detto che la quarta dose andrebbe fatta su un vaccino tarato sulla variante Omicron. Questo ci permetterà di non fare più richiami ravvicinati. Non possiamo fare booster di continuo, questo è certo. Bisogna adattare il vaccino al virus, così come si fa con l’influenza. Capisco che in uno scenario così mutevole non si potesse fare una corsa al virus, ma oggi siamo più tranquilli perché la Omicron si è stabilizzata e sarà dominante, quindi possiamo con serenità pensare di adattare il vaccino in modo da non fare più richiami in futuro» ha dichiarato a Cosenza Channel. Ieri invece il professore Andrea Crisanti (LEGGI QUI) ha rilasciato una dichiarazione che sta facendo molto discutere. «I vaccinati non sono protetti, bisogna cambiare strategia»

Articoli correlati