domenica,Maggio 29 2022

Cosenza, d’Ippolito: «Sui buoni spesa giunta Caruso ancora disattenta»

Il consigliere comunale: «Abbiamo appreso che il termine di scadenza per la presentazione delle domande per i buoni spesa, fissato originariamente per il 25 gennaio 2022, è stato prorogato al 31 gennaio 2022 alle ore 12»

Cosenza, d’Ippolito: «Sui buoni spesa giunta Caruso ancora disattenta»

«In relazione all’avviso per l’accesso ai buoni spesa finalizzati all’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, credevamo di aver detto tutto in questi mesi». A sostenerlo è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Giuseppe d’Ippolito.

«Siamo invece costretti ancora una volta – continua – a sottolineare la poca attenzione che l’attuale amministrazione del Comune di Cosenza, a guida Caruso, rivolge alla questione. Come sostenevamo dall’inizio di questa vicenda, abbiamo appreso che il termine di scadenza per la presentazione delle domande per i buoni spesa, fissato originariamente per il 25 gennaio 2022, è stato prorogato al 31 gennaio 2022 alle ore 12 per agevolare una più efficace raccolta delle istanze e contestualmente favorire una più ampia presentazione delle stesse».

«Non poteva che essere altrimenti, attesa la situazione che si era venuta a creare negli ultimi giorni – continua il consigliere D’Ippolito -. Da un lato la presenza di fin troppe persone in fila presso l’ufficio del protocollo, dall’altro le difficoltà dei cittadini nel poter produrre un Isee in corso di validità come richiesto dal bando. Nonostante non sia intercorso nessun provvedimento, né del Sindaco né della Giunta, che facesse chiarezza sul punto in discussione in maniera pubblica ed ufficiale, registriamo come l’impegno della minoranza tutta abbia consentito l’adozione del provvedimento in questione».

Cosenza d'Ippolito
Giuseppe d’Ippolito, consigliere comunale di Cosenza

«Ad ogni modo, non si può proprio fare a meno di sottolineare – prosegue D’Ippolito – che se da un lato l’avviso pubblico ha prorogato i termini per la presentazione della domanda, dall’altro non è più presente sul sito del comune alcun riferimento al bando. Di fatto ciò impedisce ai cittadini di conoscere i termini esatti e, quindi, di poter quindi partecipare. Riteniamo che si debba immediatamente pubblicare sul portale istituzionale tutto il materiale necessario affinché chiunque possa conoscere ed usufruire del bando fino almeno alla scadenza».

«Resta indubbiamente, questa, una vicenda che è stata effettivamente mal gestita dalla nuova amministrazione – conclude D’Ippolito – specie in considerazione ai tempi ed ai modi con cui questa misura è stata resa fruibile. Non fosse altro perché pubblicata in contemporanea ad altri avvisi in scadenza, quali ad esempio quelli relativi alla tari e alle parking card. Con ciò si è creata, quasi ogni giorno, una lunghissima fila di fronte l’ufficio preposto che in tempi di pandemia non è il massimo. Auspichiamo che in futuro i gruppi della maggioranza oggi in comune, invece di perdere tempo con inutili repliche a mezzo stampa, possano finalmente occuparsi di problemi contingenti e dedicare le proprie attenzioni alle istanze dei cittadini, senza individuare sempre nella precedente amministrazione il responsabile degli attuali disservizi».

Articoli correlati