venerdì,Luglio 1 2022

Guerra in Ucraina, l’Arcivescovo Nolè ha tenuto una preghiera per la pace in Cattedrale

Raccolto l'invito del Papa: organizzato il momento di riflessione in Cattedrale nel giorno delle Sacre Ceneri. Intanto la presidente del Comitato Unicef, Monica Perri, ha illustrato le iniziative promosse per le zone interessate dal conflitto

Guerra in Ucraina, l’Arcivescovo Nolè ha tenuto una preghiera per la pace in Cattedrale

Raccogliendo l’invito del Papa, la Diocesi di Cosenza-Bisignano ed il Comitato provinciale Unicef di Cosenza hanno organizzato in Cattedrale, nel giorno delle Sacre Ceneri, l’iniziativa In preghiera per la pace per un momento di riflessione, presieduto dall’Arcivescovo Francesco Nolè, sul dono della pace e sulla necessità di deporre le armi per il bene dell’umanità.

Invocata la fine del conflitto

«La pace deriva dalla nostra conversione, dalla nostra capacità di amare gli altri. La guerra non risparmia nessuno: uomini, donne, bambini, anziani. La guerra è distruzione. La pace fa crescere e guardare avanti con speranza» ha detto tra l’altro il presule, pregando per la fine del conflitto. Hanno partecipato il Circolo della Stampa ed i rappresentanti di diverse associazioni della città.

Le iniziative dell’Unicef

La presidente del Comitato Unicef, Monica Perri, ha brevemente illustrato le iniziative promosse per l’Ucraina, dove il Fondo per le Nazioni Unite dell’Onu è presente con operatori, volontari e medici per assicurare il trasporto d’acqua sicura, di medicine e kit per l’igiene nelle aree di conflitto, e per garantire il supporto e l’assistenza psicosociale ai bambini traumatizzati dalla costante insicurezza. Oltre 510.000 i bambini e le bambine con urgente bisogno di assistenza umanitaria.

Duplice raccolta di fondi

In linea con le indicazioni della Presidenza della Cei e di Caritas nazionale le offerte delle messe di sabato 5 marzo e di domenica 6 marzo saranno interamente devolute per la crisi in Ucraina attraverso la Caritas diocesana. Chi vuole unirsi alla raccolta potrà farlo versando il proprio contributo sull’Iban: IT 66 C070 621 2000 0000 0126 737. Causale: Emergenza Ucraina. Anche il Comitato provinciale Unicef di Cosenza, d’intesa con Unicef Italia, sta raccogliendo ogni donazione utile a supportare queste missioni attraverso una raccolta fondi sul conto dedicato con codice Iban IT 03 H 03069 09606 1000 00166273. Anche in questo caso indicare nella causale: Emergenza Ucraina