martedì,Luglio 5 2022

Civita per il settimo anno tra i Comuni ricicloni: raccolta differenziata oltre il 72%

La certificazione arriva dal dossier di Legambiente presentato nei giorni scorsi. Il sindaco Tocci: «La questione ambientale è una nostra priorità»

Civita per il settimo anno tra i Comuni ricicloni: raccolta differenziata oltre il 72%

Il Comune di Civita, per il settimo anno consecutivo, si conferma “Comune riciclone”. Il paese italo-albanese, guidato dal sindaco Alessandro Tocci, per il settimo anno di seguito è tra quei Comuni che si sono distinti nella raccolta differenziata. Anche per il 2020 Civita ha superato abbondantemente la soglia del 65% di raccolta differenziata attestandosi al 72,36% . Lo ha certificato il dossier 2020 redatto da Legambiente Calabria in collaborazione con l’Ufficio nazionale Comuni Rrcicloni della stessa associazione.

Il dossier è stato presentato nei giorni scorsi alla Cittadella regionale, nel corso della IV edizione di Ecofurum Calabria, alla presenza dei presidenti di Legambiente Calabria e nazionale, Anna Parretta e Stefano Ciafani, del presidente della Regione, Roberto Occhiuito, e di Domenico Pappaterra, direttore generale dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal).

«Siamo soddisfatti e orgogliosi ricevere, per il settimo anno consecutivo, il premio “Comuni Ricicloni” – ha dichiarato il sindaco Tocci –. Una riconferma arrivata nonostante i tanti problemi che siamo stati costretti ad affrontare e che quindi ci rende orgogliosi della nostra cittadinanza, dei dipendenti e degli uffici comunali impegnati in questo settore. Perciò voglio ringraziare, pubblicamente, l’intera comunità di Civita e tutti coloro che si sono adoperati per ottenere questo risultato che dimostra la serietà del lavoro svolto. Siamo sicuri che si può e si deve fare di più per il bene del territorio. La questione ambientale è una delle priorità della nostra amministrazione per la quale lavoriamo alacremente».