venerdì,Ottobre 7 2022

La CorriCastrovillari vince il titolo regionale nella staffetta 4×50 e Spingola conquista la Capitale

Il presidente Caira: «Siamo ripartiti dopo due anni di Covid. C’è una grossa richiesta non solo a livello nazionale, ma soprattutto regionale. Abbiamo superato i 3.500 tesserati e dobbiamo far fronte a tutte le richieste nei diversi territori, nonostante la mancanza di impianti adeguati»

La CorriCastrovillari vince il titolo regionale nella staffetta 4×50 e Spingola conquista la Capitale

Un pomeriggio di sport, allegria e buonumore quello trascorso al Polisportivo “1° maggio” di Castrovillari nell’ambito dei Campionati regionali individuali e staffette giovanili. In un soleggiato sabato di aprile, tanti i campioni che si sono dati battaglia sulla pista di atletica, senza mai mollare, portando a casa ottimi risultati. I ragazzi della Scuola di Atletica CorriCastrovillari hanno vinto il titolo regionale staffetta 4×50 con i frazionisti: Daniele Passarelli, Andrea Josè Procopio, Ferdinando Costa e Gaetano Beltrano. L’unica gara di squadra presente nell’atletica che, di base, è uno sport individuale, a dimostrazione dell’importanza della coesione e del gruppo, caposaldo dell’Associazione sportiva guidata da Gianfranco Milanese. Sostenersi gli uni gli altri, amalgamarsi alla perfezione e divertirsi.

Bella vittoria per Ferdinando Costa che trionfa nei 50 m al fotofinish, dopo una bella cavalcata. I 30 m sono ad appannaggio di Alessandro D’Ingianna, seguito da PierFrancesco Gioffré. Cristina Ferraro vince gli 80 m; mentre, la seconda serie dei 10.000 è di Rocco Migliorino (Poliporto Soverato) seguito da Flavio Beltrano della CorriCastrovillari.

Nei 30 m femminili, secondo e terzo posto per Aurora Beltrano e Federica Perrone. Il recente ingresso dell’esperta Faustina Bianco porta il secondo posto nei 1500 m. Orlando Turco è 3° nei 1000 m cadetti con il suo personale best di 4:05. Vittoria scontata tra le cadette 1000 m per Anastasia Gattabria. Il compagno di squadra, Federico Ferrarini, atleta polivalente, arriva 4° nei 300 m.

Gabriel De Maio e Federico Costa sono, rispettivamente, 2° e 5° nei 40 m. Invece, nei 50 m F, Carmen Turco migliora il suo tempo con 8,99 e si posiziona 8° su 12 atlete. Infine, Serena a D’Ingianna vince di potenza la 50 m degli esordienti 10 F.

All’Appia Run, svoltasi a Roma, su un percorso spettacolare e molto impegnativo di 13 km, l’immenso Michelangelo Spingola ha ottenuto un risultato strabiliante arrivando decimo assoluto su 1.505 partecipanti e vincendo il primo posto nella sua categoria SM50. Un grande orgoglio per tutta la CorriCastrovillari e uno sprone a fare sempre meglio.

«Una bellissima giornata ricca di successi, ma soprattutto di giovani e di tifosi sugli spalti – ha dichiarato il vicepresidente Gaetan D’Elia -. Queste belle vittorie si sommano ai premi che abbiamo ricevuto a Catanzaro nel corso della Festa dell’Atletica per gli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno. Ancora c’è da fare, ma siamo sulla buona strada».

L’atletica calabrese ha, infatti, celebrato i suoi talenti a Catanzaro, nel corso della manifestazione, la CorriCastrovillari è stata premiata singolarmente e come squadra. Gli atleti a ricevere il premio dal Presidente Fidal Calabria, Vincenzo Caira, sono stati: Ahmed Semmah, il capitano Spingola, Pasqualino Perticaro, Raffaele Lagani, Rosanna Iannibelli e Serena D’Ingianna, campionessa nei 60m premiata dal presidente HMC e referente per i contatti istituzioni scolastiche della Fidal Calabria, Bruno Spina.

«Siamo ripartiti dopo due anni di Covid. C’è una grossa richiesta non solo a livello nazionale, ma soprattutto regionale. Abbiamo superato i 3.500 tesserati e dobbiamo far fronte a tutte le richieste nei diversi territori, nonostante la mancanza di impianti adeguati – è stato il commento del presidente Caira -. L’unica pista completa è a Reggio Calabria e spostarsi diventa spesso problematico. La Fidal si è dotata dello speedypass sistema di cronometraggio all’avanguardia – ha spiegato Caira – perché i sacrifici degli atleti ad ogni livello vanno rispettati. Migliorare di un solo decimo di secondo per molti è un traguardo che richiede mesi di sacrifici, perciò, dobbiamo essere in grado di misurare al meglio questi miglioramenti quando ci sono».

Nonostante le criticità e i problemi che molto spesso impediscono e ostacolano i percorsi di crescita, il presidente Caira sta puntando molto sulle scuole e sulle università, veri e propri bacini di giovani atleti. A questo proposito è stata avviata una collaborazione con l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro dove l’atletica troverà più spazio nel corso di laurea in Scienze motorie.

Incentivo a dare sempre il massimo è giunto anche dal presidente Fidal, Stefano Mei, che ha salutato la Festa dell’Atletica calabrese, augurando uno splendido 2022.