lunedì,Settembre 26 2022

Minuto di silenzio in campo per ricordare Silvio Longobucco, due squadre multate

E' la sorte toccata a due squadre dilettantistiche, il Real Verbicaro e la Nuova Grisolia Calcio, per aver osservato a inizio gara un minuto di silenzio per la morte dell'ex calciatore di Juventus e Cagliari

Minuto di silenzio in campo per ricordare Silvio Longobucco, due squadre multate

Cinquanta euro di multa «per avere, nonostante il diniego dell’arbitro perché sprovvisti di prescritta autorizzazione, effettuato un minuto di raccoglimento a inizio gara». E’ la sorte toccata a due squadre dilettantistiche, il Real Verbicaro e la Nuova Grisolia Calcio, per aver osservato a inizio gara un minuto di silenzio per la morte dell’ex calciatore di Juventus e Cagliari, Silvio Longobucco. Il provvedimento disciplinare è stato deciso dalla delegazione distrettuale di Rossano della Federazione Italiana Giuoco Calcio – Lega Nazionale Dilettanti.

Il minuto di raccoglimento

La gara tra le due squadre si disputa il 3 aprile scorso sul campo verbicarese. L’ex calciatore scaleoto si è spento da meno di ventiquattro ore e amici e conoscenti vogliono omaggiarlo sul campo da calcio. Ma qualunque decisione deve essere preventivamente autorizzata e, visti i tempi brevi, l’autorizzazione non c’è. Così i calciatori si assumono la responsabilità del gesto. Di comune accordo, come accadrebbe di consueto in questi casi, decidono di aggirare la regola e osservare il minuto di silenzio in concomitanza con il fischio di inizio, ufficialmente a partita già cominciata. In campo e sugli spalti la commozione è tanta. Silvio Longobucco ha rappresentato la migliore Calabria nella massima serie calcistica, giocando e vincendo con le squadre più forti del campionato. Per la sua terra è stato un punto di riferimento come sportivo e come uomo fino alla fine dei suoi giorni e la sua morte, per chi lo ha conosciuto, è un pugno allo stomaco.

Il caso

Qualche giorno più tardi, precisamente il 7 aprile, le due squadre si vedono recapitare il provvedimento disciplinare in un comunicato ufficiale: cinquanta euro di multa ad entrambe le squadre per aver osservato il minuto di silenzio. «Si tratta di una cifra irrisoria, ma la presa di posizione dà fastidio. Ciò che è accaduto è illogico». Ne è convinto Giuseppe Bellusci, consigliere comunale di Grisolia, con delega allo Sport, e calciatore della squadra Grisolia Calcio. «Non è accettabile – continua – essere così zelanti e puntigliosi in una situazione del genere. Siamo sempre per il rispetto delle regole e della figura arbitrale e ritengo che stavolta il rispetto sia mancato da parte loro – dice ancora, riferendosi alla Lega Dilettanti calabrese – ed era giusto farlo sapere».

Articoli correlati