mercoledì,Novembre 30 2022

Pfizer: «La terza dose di vaccino rafforza difese anti-Omicron nei bimbi di 5-11 anni»

L'azienda americana e BioNTech chiederanno l'ok Fda al booster nei piccoli e presenteranno i dati all'Ema. Anticorpi aumentati di 36 volte

Pfizer: «La terza dose di vaccino rafforza difese anti-Omicron nei bimbi di 5-11 anni»

I consigli per fare in modo che i bimbi non vengano contagiati dal Covid-19 si contano sulle dita di una mano. Lavaggio delle mani e distanziamento sociale sono importanti per contenere questa nuova ondata. Ma l’unica cosa che conta soprattutto è la vaccinazione con almeno 3 dosi. Nuovi dati sul vaccino anti-Covid di Pfizer/BioNTech nei bimbi di 5-11 anni dimostrano che somministrare una terza dose (dosaggio 10 microgrammi) dopo circa 6 mesi dalla seconda aumenta la protezione anche dei più piccoli.

In particolare – riassumono le due aziende in una nota – i risultati di una sottoanalisi condotta sui sieri di 30 bambini partecipanti allo studio di fase 2/3 sulla fascia d’età 5-11 indicano, con una terza dose di vaccino rispetto a due, un aumento di 36 volte dei titoli degli anticorpi neutralizzanti la variante Omicron di Sars-CoV-2. Inoltre, nel trial clinico di fase 2/3 su 140 bimbi, una terza dose di vaccino ha aumentato di 6 volte gli anticorpi neutralizzanti contro il ceppo originario di Sars-CoV-2. L’iniezione si è confermata ben tollerata, senza che siano emersi nuovi alert sulla sicurezza. La richiesta si basa su un nuovo studio che ha dimostrato come a seguito della terza dose gli anticorpi contro Omicron nel sangue erano 36 volte superiori rispetto a quelli dei bambini che avevano ricevuto solo la seconda dose.

L’americana Pfizer e il suo partner tedesco BioNTech intendono presentare nei prossimi giorni all’Agenzia del farmaco Usa Fda una richiesta di autorizzazione all’uso di emergenza (Eua) per una dose vaccinale booster nei bambini di 5-11 anni. Le compagnie prevedono inoltre di condividere il prima possibile questi dati con l’Agenzia europea del farmaco Ema e altri enti regolatori di tutto il mondo.

fonte: Adnkronos

Articoli correlati