lunedì,Settembre 26 2022

Sport e inclusione: Rende scelta tra le città del sud dalla FISPIC per la cittadella degli sport paralimpici

Il progetto prevede la costruzione di un Centro Sportivo Polifunzionale improntato sui caratteri della sostenibilità, accessibilità

Sport e inclusione: Rende scelta tra le città del sud dalla FISPIC per la cittadella degli sport paralimpici

È stata presentata dal comune di Rende la manifestazione di interesse relativa all’avviso pubblico promosso dal Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio, a valere sui fondi del PNRR, per la realizzazione di infrastrutture sociali a finalità sportiva. «Un altro importante tassello per Rende Città Europea dello Sport 2023 – ha dichiarato il sindaco Marcello Manna– ed è proprio sull’aspetto sociale e aggregativo che vede lo sport come bene comune accessibile a tutti che abbiamo voluto puntare. Il riconoscimento da parte della FISPIC del nostro lavoro svolto in sinergia con UICI ci rende orgogliosi e ci dà la conferma di quanto si stia ben operando».

Il progetto, nato dalla costituzione di una task force tra l’amministrazione comunale e della Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi, vede la costruzione di un Centro Sportivo Polifunzionale improntato sui caratteri della sostenibilità, accessibilità: qui si incontreranno sport classici e sport paralimpici, costituendo nel centro cittadino un polo aggregativo concretamente inclusivo. «Sono già quattro anni che discipline quali il il Torball e il Goalball vengono praticate a Rende. La nascita dell’Olympia Polisportiva è infatti frutto della passione e della volontà di dei ragazzi ciechi e ipovedenti nonché dai volontari dell’U.I.C.I. di Cosenza. I nostri campioni sono esempio di virtù e impegno per tutta la nostra comunità. Tra enormi sacrifici e difficoltà l’Olympia è cresciuta, portando tre giocatori nella top ten dei cannonieri. Nel 2021, dopo solo due anni di intensa e appassionante attività che abbiamo sempre sostenuto, la Polisportiva ha ospitato la finale di Coppa Italia di Torball nella nostra città, oltre a gareggiare nei Campionati di serie A di Goalball e di serie B organizzati dalla FISPIC», h sottolineato il primo cittadino.

«Il centro, primo nel sud Italia, sorgerà nell’area verde compresa fra via Carlo Alberto Dalla Chiesa e via Adige e, ad esso, si accompagnerà una vasta opera di rigenerazione e riqualificazione urbana che, investendo l’area dell’ex Marchesino, consentirà la costruzione di un vero e proprio corridoio verde che si congiungerà al Parco “Robinson”. La prospettiva – ha sottolineato il consigliere comunale con delega allo sport Giovanni Gagliardi – è quella di creare un luogo dove sostenibilità, sociale e sport riescono a congiungere spazi isolati, alcuni dei quali in disuso, in modo da creare un centro di interessi diffuso ma, al tempo stesso, concentrato in un’unica area».

«Progetti così prestigiosi sono il frutto di sinergie lungimiranti, capaci di guardare non all’oggi in cerca di soluzioni rapide, ma ad un domani concreto e tangibile. Per questo non posso che ringraziare Sandro De Girolamo, il Presidente della FISPIC, che ci ha scelti fra tutti i comuni d’Italia. Non posso poi non encomiare l’importante lavoro del sindaco Marcello Manna, il cui impegno quotidiano, ora più che mai, è tangibile da parte di tutti», ha concluso il dirigente della Polisportiva Olympia, Giovanni Bilotti.

Articoli correlati