venerdì,Luglio 1 2022

Petrolio dalla Russia, Gentiloni: «Embargo in 6-9 mesi»

Il commissario europeo all'Economia: «Non dobbiamo nasconderci che questa decisione avrà un impatto sulle nostre economie»

Petrolio dalla Russia, Gentiloni: «Embargo in 6-9 mesi»

Guerra in Ucraina, senza il mercato europeo la produzione di petrolio della Russia sembra condannata a diminuire sempre di più. I maggiori Paesi europei elimineranno gradualmente l’importo di questo prezioso liquido, anche se non tutti i Paesi dell’Ue sono d’accordo sull’embargo. E l’Italia cosa farà? “la nostra proposta è di arrivare all’embargo tra 6-9 mesi per diversi prodotti petroliferi” della Russia. A dichiararlo il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, intervenendo all’evento ‘Nuovi scenari economici globali: le sfide da superare per l’Italia2030’. ”Arriveremo, con un percorso comune, anche alla decisione di arrivare gradualmente all’embargo sul petrolio, penso sia una decisione ragionevole. Non dobbiamo nasconderci che avrà un impatto sulle nostre economie” oltre che sulla Russia, ha sottolineato.

I Paesi membri dell’Ue arriveranno a un “percorso comune” per decretare un embargo “graduale” alle importazioni di petrolio dalla Russia, è la previsione di Gentiloni, che durante un webinar organizzato dal Messaggero.it, legge così le schermaglie in corso tra gli Stati membri a Bruxelles sul sesto pacchetto proposto dalla Commissione. Il provvedimento proposto ieri dalla Commissione prevede tra l’altro un embargo all’importazione di greggio dalla Russia effettivo entro sei mesi ed entro fine 2022 per i prodotti raffinati (nella proposta sono previste deroghe per Slovacchia e Ungheria, molto dipendenti da Mosca e prive di sbocchi al mare). Ieri l’Ungheria ha minacciato di porre il veto.

“Penso – ha aggiunto – che arriveremo a un percorso comune anche sulla decisione” di decretare un “graduale embargo sul petrolio” di Mosca. “Penso che sia una decisione ragionevole”, aggiunge, sottolineando che “non dobbiamo nasconderci che avrà un impatto sull’economia europea”, ma avrà un effetto “molto maggiore sull’economia della Russia”.

fonte: Adnkronos

Articoli correlati