martedì,Luglio 5 2022

«Maresca, sei sempre sempre tu». Cosenza protesta, ma c’è chi lo difende

L'anno scorso Antonio Conte, allenatore dell'Inter, non gliele mandò a dire. Stasera nuova prova "sfortunata" di Maresca in Vicenza-Cosenza.

«Maresca, sei sempre sempre tu». Cosenza protesta, ma c’è chi lo difende

Antonio Conte in un Udinese-Inter dello scorso anno, non gliele aveva mandate a dire. Il suo sfogo contro l’arbitro Fabio Maresca della sezione di Napoli era diventato quasi iconico ed ancora oggi è facile reperirlo su YouTube: “Maresca sei sempre tu”. Ripetuto più volte e con tono abbastanza arrabbiato. Anche contro il Cosenza, l’arbitro napoletano è incappato in una serata “sfortunata” per così dire. Le sue decisioni, quanto meno dubbie, sono state decisive nello spareggio del “Menti” contro il Vicenza.

Gol annullato ed espulsioni

Tutto è partito al 31′ del primo tempo quando l’arbitro napoletano ha annullato la rete di Caso che avrebbe portato in vantaggio il Cosenza. Sul rinvio lungo di Matosevic, De Maio sbaglia lo stop. Caso, in fuorigioco sul rinvio del portiere, rientra in gioco, approfitta dell’errore del difensore francese, si invola verso la porta di Contini e fa gol. Sembra proprio che quella di De Maio sia una giocata che rimetta in gioco quindi il 10 del Cosenza. Ma per Maresca non è così. L’arbitro campano la va a rivedere al Var ed annulla scatenando l’ira della panchina rossoblù. Vanno fuori in un colpo solo Goretti e Marulla, mentre Gerbo se la cava con un giallo.

Il cambio di Laura ed un altro rosso

A 3 minuti dalla fine poi, altra situazione poco chiara. Il Cosenza è pronto a bordo campo per effettuare il doppio cambio. Fuori Bittante e Larrivey, pronti Hristov e Laura. Ma dopo aver effettuato il primo cambio tra i due difensori, il gioco riprende con Laura e la panchina del Cosenza che rimangono sbigottiti. Il francese non potrà infatti più entrare in campo visto che con il cambio e la ripresa del gioco, i rossoblù hanno finito i 3 slot disponibili. L’episodio manda su tutte le furie Chiodi, il secondo di Bisoli, che viene mandato via da Maresca: terza espulsione per la panchina e squadra che soffre tanto con un Larrivey che non ne ha più. Le folate di Laura sarebbero potute essere un fattore con le squadre stanche.

Marelli dà ragione a Maresca

Al termine della gara è arrivata però la difesa dell’arbitro napoletano da parte di Luca Marelli, noto commentatore arbitrale di Dazn, che su Twitter, tra le proteste dei suoi follower, ha risposto a chi gli chiedeva un commento: “Annullamento corretto: attaccante che parte nettamente in fuorigioco e che, nell’immediatezza, impatta sulla giocata del difendente. Se non fosse partito in fuorigioco (traendo poi vantaggio) non si sarebbe trovato in quella posizione”. E poi ancora: “Impattare sulla giocata è diverso da influenzare la giocata. Se non fosse partito da quella posizione, non si sarebbe trovato vicino a De Maio sul controllo sbagliato”.

Articoli correlati