domenica,Maggio 29 2022

Premio letterario “Un libro amico per l’inverno”: ecco tutti i vincitori. Sabato la cerimonia finale

I riconoscimenti saranno consegnati nella sala Tokyo del Museo del Presente di Rende. Il concorso, giunto all'undicesima edizione, è organizzato dall'associazione GueCi presieduta dalla scrittrice Anna Laura Cittadino

Premio letterario “Un libro amico per l’inverno”: ecco tutti i vincitori. Sabato la cerimonia finale


Tutto pronto per la serata conclusiva dell’undicesima edizione del Premio letterario internazionale “Un libro amico per l’inverno”. Sabato alle 17 nella sala Tokyo del Museo del Presente a Rende, saranno consegnati i premi ai vincitori delle due sezioni in cui si suddivide il concorso: narrativa e poesia edita. Il concorso, patrocinato dalla Città di Rende e dall’ Istituto Italiano Cultura di Napoli, del Cisat (Centro Italiano Studi Arte-Terapia) Liups (Libero Istituto Universitario Per Stranieri “Francesco De Sanctis”) nasce su iniziativa dell’associazione GueCi, presieduta dalla scrittrice rendese Anna Laura Cittadino.

Un premio di grande pregio al quale aderiscono ogni anno centinaia di scrittori italiani e stranieri che si pone l’obbiettivo di offrire un riconoscimento ai migliori libri editi nel corso della stagione invernale. Questi riconoscimenti sono per gli scrittori e per le case editrici delle vere e proprie vetrine, che li aiutano a raggiungere una maggiore diffusione di pubblico e l’ambita notorietà. Una giuria qualificata ha il compito di esaminare e valutare le opere in concorso.

A presiedere la giuria per la narrativa edita Marco Marra, affiancato da Mariateresa Buccieri, Giovanni Ferrari, Nicoletta Toselli e Natale Vulcano, con il contributo del gruppo lettori Piero Donadio, Antonella Garofalo, Maria Motta, Francesca Perri, Adriana Tallarico, Angelo Rubino. Per la poesia editala giuria è composta da Stefano Marchesotti (presidente) e dai membri Marinella Cossu e Antonella Tocci.

I vincitori

Per la narrativa edita sul podio “Sussurri” di Giuseppe Milisenda, “Il delitto del pozzo dei pazzi” di Antonello Santagata, “Milano in giallo” di Maria Cristina Flumiani. Premio speciale giuria critica: “Capoverso sbagliato” di Antonio Arenella. Premio speciale miglior saggio: “Molise criminale” di Giovanni Mancinone. Premio speciale miglior romanzo di genere: “Haria” di Laura Lattanzi. Premio speciale miglior romanzo di narrativa: “Giunio, di giugno” di Giulia Savarelli. Premio speciale miglior opera a tematica sociale: “Iceberg” di Giorgio Ninni. Premio speciale miglior romanzo storico-fantasy: “Il moro di Firenze” di Daniele Coppa. Premio speciale miglior opera prima: “Così parlò l’imputato” di Edoardo Pizziolo. Premio speciale “Autori di Calabria”: “Il raggio verde” di Floriana Chiappetta. Premio speciale miglior romanzo fantasy per ragazzi: “Il Principe di Belloscuro” di Simona Fassini Fazio. Premio speciale cultura: La Caravella Editrice.

Menzione d’onore a: “L’urlo della libertà” di Sergio Ruggiero,“Storia di Fiammetta e di talpa Brumilla” di Anna Efficace, “Polvere di Stella” di Diego Adriano Vian, “Calabria cost tu cost” di Alessandro Frontera, “La scomparsa di Anice Zolla di Vincenzo Celano, “Dal buio” di Adalgisa Licastro, “Il giorno giusto” di Giovanna Marsiglia, “Olmo” di Marcello Loprencipe, “Margherita Candia” di Giovanni Russo.

Menzione speciale a: “Vite sprecate” di Alessandro Azzalin, “Anche i bulli hanno un cuore” di Daniela Biancotto, “Anima, sii come la montagna” di Paolo Borsoni, “I parassiti” di Luca Fermo, “Colophon” di Iacopo Maccioni, “#Love Tutorial” di Teresa Capezzuto, “Luna pallida” di Dario Gigli, “Time Gate-il segreto della professoressa” di Stefania Di Biase, “Il ponte delle stelle” di Mirko Montini, “Il treno” di Assunta Antonini, “A taste of death” di Daniele Ossola.

Per la poesia edita sul podio: “Il destino di un poeta ” di Vittorio Di Ruocco, “Nero onirico” di Andrea Massella, “Situazioni” di Annalina Paradiso. Premio speciale giuria critica: “Da quassù (la terra è bellissima)” di Rita Stanzione. Premio speciale emozioni: “In ordine crescente” di Alberto Prestia. Menzione d’onore a: “Passim” di Virgilio Atz, “Contatti con l’intimo” di Sante Serra, “Ho visto solo cielo” di Ciro Cianni, “L’albero custode” di Claudio Carbone. Menzione speciale: “U nonnu mi dicia…” di Angelo Canino, “Amarsi” di Rocco Pardo”, La casa di Nosside” di Stanislao Donadio.