martedì,Luglio 5 2022

Vicenza-Cosenza 1-0, pagelle: Caso indemoniato, Palmiero errore decisivo

Sono tanti i calciatori del Cosenza che giocano bene stringendo i denti. Venturi si adatta bene in un ruolo non suo. Bravi Camporese e Rigione.

Vicenza-Cosenza 1-0, pagelle: Caso indemoniato, Palmiero errore decisivo

MATOSEVIC: VOTO 6
Non deve compiere interventi trascendentali. Però è sempre sicuro sia in presa alta che con i piedi. I suoi rinvii provano ad essere anche un’arma offensiva. Nella ripresa salva su Cavion, il Var lo grazia, giustamente, su Diaw e all’ultimo la giocata di Dalmonte sorprende anche lui.
RIGIONE: VOTO 6,5
Gioca una partita di grandissima intelligenza. Bravo ad allargarsi a destra quando Lukaku sfonda o quando Cavion si spinge da quelle parti.
CAMPORESE: VOTO 6,5
Diaw gli scappa solo una volta. Spazza, chiude ed accorcia la squadra. Leader non solo della retroguardia ma di tutto il Cosenza.
VAISANEN: VOTO 6
Una sola sbavatura, che poteva costare carissima. Ma è l’unico errore di una gara nella quale per il resto soffre poco anche se in impostazione va un po’ in difficoltà.
BITTANTE: VOTO 5,5
Lukaku è un brutto cliente. Lui prova a cavarsela con il mestiere visto che gli strappi del belga fanno male.
KONGOLO: VOTO 5,5
Non sta benissimo però gioca una partita saggia per quel che può. Mantiene la posizione e prova ad assorbire gli inserimenti di Cavion: ci riesce così così perché il centrocampista biancorosso è il più pericoloso dei suoi.
VENTURI: VOTO 6,5
Si piazza davanti alla difesa in un ruolo inedito per lui in maglia cosentina. Svolge il compito con grande diligenza. Certo non ha le geometrie di un regista ma i suoi centimetri e le sue chiusure sono tante e tutte puntuali.
BOULTAM: SV
Sfortunatissimo. La sua partita dura 6 minuti.
LIOTTI: VOTO 6
Ha subito la palla per fare gol sull’assist di Caso. Poi i suoi blitz offensivi sono pochi. Controlla bene Maggio ma non può nulla sul gol dell’ex terzino del Napoli.
CASO: VOTO 7
Sulla carta dovrebbe stare giusto in piedi. In realtà è ancora una volta tra i migliori dei lupi. Le sue serpentine sono un pericolo costante per il Vicenza. Indemoniato. Ha l’argento vivo addosso. Non ha paura di prendere palla e sfidare tutti i difensori biancorossi che praticamente non lo prendono mai. Trova anche il gol ma la decisione di Maresca glielo annulla. Altra prova da incorniciare. (Foto Torgu – ufficio stampa Vicenza)
LARRIVEY: VOTO 6
Non ha palle per fare male. Ma combatte come un leone su tutte le palle alte per renderle giocabili. Prova di grande cuore e sacrificio.
BISOLI: VOTO 7
Il Cosenza è in emergenza totale ma lui non si scoraggia e manda in campo una squadra tutta grinta e cuore con quelli che ha a disposizione. I suoi ragazzi approcciano benissimo il match e soffrono relativamente anche poco. Senza la decisione dell’arbitro che gli annulla un gol, staremmo parlando anche di un’altra partita. Prova a mantenere la calma nonostante tutto. Non meritava di perderla ma questa è ormai la sua squadra.

SUBENTRATI
VALLOCCHIA: VOTO 7
Insieme a quella con il Lecce gioca stasera la sua migliore gara dell’anno. Lotta e sudore su ogni pallone. E questa volta lo fa anche con discreta qualità.
PALMIERO: VOTO 5
Entra in condizioni precarie in campo. Dalmonte però lo manda al bar in occasione del gol. Errore che costa il ko al Cosenza.
ZILLI: VOTO 6
Ingresso di personalità anche se questa volta non ha occasioni buone per fare gol. Protegge qualche palla e si guadagna una buona punizione.
HRISTOV: SV

Articoli correlati