mercoledì,Ottobre 5 2022

Cosenza Calcio, i torti arbitrali in Parlamento. Orrico (M5S): «Inaccettabili disparità»

La deputata dopo la sconfitta contro il Vicenza: «Ho chiesto che venga monitorata la gara di ritorno, anche una piccola città meridionale merita rispetto»

Cosenza Calcio, i torti arbitrali in Parlamento. Orrico (M5S): «Inaccettabili disparità»

«Chi mi conosce sa che non seguo il calcio o, meglio, lo faccio quando con esso si accompagna la festa dei tifosi e la mia città, Cosenza, ha in questo senso una meravigliosa tradizione attraverso lo storico connubio, più unico che raro, fra i supporter e la solidarietà, l’antirazzismo, l’impegno sociale». Esordisce così, in un post sulla sua pagina Facebook, la parlamentare del Movimento 5 Stelle Anna Laura Orrico.

«Ieri il Cosenza – scrive – ha perso contro il Vicenza nella gara d’andata dei play-out per rimanere in serie B. La sconfitta fa parte delle regole del gioco, anzi, se vogliamo, è l’essenza dello sport. Quelle che, invece, sono inaccettabili sono le disparità di trattamento, che in gergo vengono definite “ingiustizie sportive”. Le stesse che moltissimi organi di informazione e addetti ai lavori hanno denunciato ai danni del Cosenza Calcio. Ecco perché ho voluto chiedere ai vertici della Lega Calcio, che ringrazio per l’ascolto, di monitorare che nella gara di ritorno, che si disputerà allo stadio San Vito-Marulla, questo non si ripeta. Perché anche una piccola città meridionale merita rispetto».

«Deve vincere chi lo merita sul campo – conclude Orrico – e non chi proviene da un luogo dove il Pil s’impenna oppure ha qualche imprenditore miliardario alle spalle. Altrimenti non sarebbe più sport ma una gara a chi è più ricco e influente. Mentre noi, il 20 maggio, per la seconda gara, dimostriamo civiltà e accoglienza, passione e attaccamento, dimostriamo correttezza, dimostriamo chi siamo. E nessuna meta può esserci preclusa».