mercoledì,Giugno 29 2022

ELEZIONI SAN LUCIDO | Tre domande al candidato Cosimo De Tommaso

L'ex primo cittadino: «La mia lista rappresenta tutte le categoria sociali ed economiche. Sono ancora in campo per continuare un progetto appena iniziato»

ELEZIONI SAN LUCIDO | Tre domande al candidato Cosimo De Tommaso

Cosimo De Tommaso è l’ex sindaco di San Lucido, sfiduciato dopo appena un anno di amministrazione. È da settembre, quando furono nominati i commissari, che attende di confrontarsi nuovamente con le urne. In vista del 12 giugno ha aperto la sua campagna elettorale, sostenuto anche con un post pubblico dalla federazione provinciale del Pd, lo scorso sabato.

De Tommaso, perché ha scelto di scendere di nuovo in campo?
«Semplice. Per continuare il progetto che ho in mente per San Lucido e portare avanti le mie idee. Se sono scottato dallo scorso epilogo? Non vivo di rimpianti e di rancori. Reputo la passata esperienza ugualmente straordinaria per la proposta avanzata alla cittadinanza, per la progettualità e per l’ottenimento di tanti finanziamenti dalla Regione. È per questo che a mio avviso c’è bisogno di continuità: per portare a termine quanto già avviato. In più vogliamo rendere il nostro territorio non solo vivibile, ma accogliente ed inclusivo».

Che lista è “SìAmo San Lucido”?
«Ambiziosa e prettamente civica. I candidati consiglieri sono figli di scelte ponderate. Sono rappresentate tutte le categorie sociali ed economiche. Non sbaglio se dico che incarna al meglio il popolo sanlucidano e che darà grandi soddisfazioni nella gestione amministrativa».

Che campagna elettorale sarà e cosa si sente di dire ai suoi competitor?
«Nessuna polemica con loro. Per il resto ho stima dei miei concittadini e sono convinto che sapranno scegliere il loro sindaco. Ciò che loro decideranno sarà fondamentale non solo dal punto di vista economico, ma anche di immagine».