mercoledì,Giugno 29 2022

Corigliano-Rossano, l’associazione “I figli della luna” ringrazia la Regione: «Un nuovo approccio al sociale»

Il presidente della cooperativa ha espresso soddisfazione per l'opportunità di dialogo offerta dal forum con l'assessore Minasi promosso da Otto Torri sullo Jonio

Corigliano-Rossano, l’associazione “I figli della luna” ringrazia la Regione: «Un nuovo approccio al sociale»

«Sociale, è da apprezzare e sostenere la nuova stagione inaugurata dalla Regione Calabria. Soprattutto quanti vivono la propria quotidianità a stretto contatto con bisogni speciali e disabilità non possono non notare la preferenza e la condivisione, territorio per territorio, di un metodo e di un approccio nuovi, inclusivi e di autentica prossimità rispetto alle istanze reali che provengono dal mondo del sociale». È quanto dichiara il presidente della cooperativa sociale I figli della luna Lorenzo Notaristefano esprimendo soddisfazione per l’opportunità di dialogo e confronto offerta alla rete territoriale del terzo settore con il forum di confronto con l’assessore regionale alle politiche sociali Tilde Minasi, promosso dall’associazione europea Otto Torri sullo Jonio e svoltosi nei giorni scorsi a Corigliano-Rossano.

«Si percepisce – continua – un sentimento nuovo di collaborazione e di sinergia con l’istituzione regionale che potrà far fare la differenza rispetto alla fondamentale esigenza di mappare con aderenza i bisogni sociali delle comunità locali con l’obiettivo di de-istituzionalizzare progressivamente il welfare anche e soprattutto alla luce delle conseguenze derivanti dal post Covid».

Con il vicepresidente Marilena Prezzo, il consigliere Francesca Prezzo e i soci Antonella Celestino, Antonio Simone, Dora Quadro e Margherita Quadro, Notaristefano coglie l’occasione per ringraziare l’assessore Minasi che ha elogiato l’esperienza come catalizzatore di energie positive, per aver mantenuto la promessa ed aver fatto visita al centro accreditato Il Sorriso, autorizzato al funzionamento dal 2016 e dal 1° gennaio 2020, spazio fisico e ideale nel quale si svolgono da oltre 10 anni le attività del sodalizio, punto di riferimento nel territorio.

Ad accogliere l’assessore Minasi c’erano i ragazzi del centro diurno, le loro famiglie e lo staff di professionisti che hanno illustrato i vari percorsi attivati all’interno della struttura e condiviso con lei emozioni e istanze.