mercoledì,Novembre 30 2022

Marathon degli Aragonesi, diventa volontario per i bikers che sfidano l’imperticata

L'associazione ciclistica Castrovillari, come ogni anno, coinvolge coloro i quali vogliono contribuire a garantire la sicurezza per questo complessa e affascinante gara in mountain bike

Marathon degli Aragonesi, diventa volontario per i bikers che sfidano l’imperticata

Una gara, in un contesto affascinante e variegato nel cuore del Parco nazionale del Pollino, caratterizzata dalla regina delle salite: l’Imperticata. Sette chilometri di tornanti con pendenze da paura che sono il vero scoglio da superare per staccare il tagliando della partecipazione alla Marathon degli Aragonesi, gara che fa parte del circuito del Trofeo dei Parchi naturali che si svolgerà domenica 5 giugno con partenza da Castrovillari.

Mentre prosegue l’organizzazione del tracciato e continuano le iscrizioni dei biker che arrivano da tutta Italia per sfidare la salita più ripida del circuito nazionale per mountain bike, l’Asd Ciclistica Castrovillari – presieduta da Giovanni Cancio – rilancia l’appello ai volontari, tassello fondamentale per la gestione in sicurezza dei punti ristoro e del controllo del percorso, nell’interesse degli atleti che parteciperanno alla gran fondo che coinvolge i comuni di Castrovillari, Frascineto e Civita.

«Senza i volontari – ha spiegato il presidente Ciancio – riusciremmo a fare ben poco di ciò che realizziamo ogni anno sul Pollino. Oltre a garantire la sicurezza degli atleti, sono l’anello principale per gestire anche l’accoglienza dei bikers nei giorni precedenti alla competizione, si occupano della gestione dei punti ristoro. Sono le nostre sentinelle e il braccio operativo in ogni situazione. A loro dobbiamo il nostro grazie da anni e continueremo a ringraziarli anche in questa edizione».

Per tutti coloro che sceglieranno di far parte della macchina organizzativa una T-Shirt ufficiale della Marathon degli Aragonesi 2022 che li renderà riconoscibili e visibili lungo i chilometri di gara oltre che farli sentire parte di un’unica grande organizzazione «che ogni anno regala – ha concluso il presidente dell’Asd ciclistica Castrovillari – spettacolo e promozione del territorio in una maniera unica».

Articoli correlati