venerdì,Luglio 1 2022

Sostenibilità e cura del territorio, il Comune di Montegiordano pubblica il suo “bilancio d’impatto”

Il piccolo centro dell'Alto Ionio è stato premiato lo scorso anno tra gli ambasciatori dell'economia civile. Il sindaco Introcaso: «Un'esperienza molto positiva che ci ha indirizzati a lavorare nell’ottica di migliorare quegli aspetti dove la nostra amministrazione è ancora carente»

Sostenibilità e cura del territorio, il Comune di Montegiordano pubblica il suo “bilancio d’impatto”

Sulla strada verso il Festival nazionale dell’economia civile 2022, i comuni virtuosi selezionati come ambasciatori dell’economia civile 2021 raccolgono i frutti del loro lavoro, fatto di reciprocità, cura e progetti condivisi. Il Comune di Montegiordano si è aggiudicato il premio in palio nella categoria delle buone pratiche dedicata ai Comuni, ed è stato accompagnato nella redazione del proprio bilancio d’impatto, da poco pubblicato sul proprio sito ufficiale.

Questo piccolo borgo a 612 metri di altezza sulle colline dell’entroterra cosentino conta 1590 abitanti. Posizionato all’interno del contesto naturale incontaminato dell’Alto Jonio cosentino, il paese vanta una lunga storia di cura delle persone e dell’ambiente, un’eredità che negli anni gli ha permesso di creare una comunità capace di declinare quotidianamente una sostenibilità integrale, con particolare attenzione alla promozione del benessere multidimensionale dei suoi cittadini.

Grazie alla sua tradizione storica e ai tanti progetti, Montegiordano lo scorso settembre è salito sul palco del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze con il sindaco Rocco Introcaso, e si è aggiudicato il voto del pubblico per la sua testimonianza al Festival nazionale dell’economia civile.

Grazie a questo premio il Comune ha potuto iniziare un percorso di valutazione e promozione dei propri progetti di sostenibilità locali, che hanno preso forma nella redazione del bilancio d’impatto, frutto del percorso di accompagnamento svolto da NeXt Nuova economia per tutti Aps Ets. Il bilancio contiene infatti oltre che un racconto delle scelte fatte dal Comune per il sociale, per l’ambiente e per la creazione di benessere condiviso, anche una valutazione quantitativa delle stesse. Questi si attesta, infatti, su un punteggio ampiamente positivo di 67 con una grande prospettiva di crescita futura.

«L’esperienza del premio ricevuto a Firenze, in occasione del Festival dell’economia civile – ha commentato Rocco Introcaso, sindaco di Montegiordano – è stato un vero e proprio carico di energia positiva, di entusiasmo e volontà di fare sempre meglio. Montegiordano fin dal 2019, anno del mio insediamento, ha lavorato seguendo in maniera puntuale seguendo la bussola della sostenibilità integrale e dell’agenda 2030 e punta ad essere un paese modello di buone pratiche, che consentano di migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini e dei suoi ospiti».

«L’esperienza molto positiva della realizzazione del bilancio d’impatto – ha continuato il sindaco – ci ha indirizzati a lavorare nell’ottica di migliorare quegli aspetti dove la nostra amministrazione è ancora carente. Un documento indispensabile per essere sempre più consapevoli delle proprie forze e delle proprie debolezze e quindi poter agire concretamente per ottenere risultati migliori. Dal bilancio d’impatto è nata una nuova ed importante collaborazione con Next con la quale struttureremo un Patto di rete che vedrà il coinvolgimento diretto del Terzo settore per addivenire ad una nuova analisi del territorio e ad una co-progettazione che avrà l’obiettivo di cogliere a pieno le opportunità del Pnrr per il territorio».

Il bilancio d’impatto rappresenta la fotografia della capacità del Comune di creare valore per e con il proprio territorio, che permette di fortificare strategie di sostenibilità e attrarre investimenti e fondi, e anche quest’anno sarà il premio per il Comune che, dopo aver presentato le sue politiche di sostenibilità sul palco del Salone dei Cinquecento, riceverà il maggior numero di voti dal pubblico online e in sala.

I 5 Comuni ambasciatori dell’economia civile saranno selezionati da un’apposita giuria, tra le candidature pervenute entro il 12 agosto 2022 alla call aperta. Tutte le informazioni alla pagina www.festivalnazionaleeconomiacivile.it/bandi-festival-nazionale-economia-civile