venerdì,Luglio 1 2022

Varata la Giunta a Trebisacce, due uomini e due donne: nominati i più votati

Il neo sindaco Sandro Aurelio avoca a sé le deleghe al Bilancio e la Sanità, il suo vice è una donna Nicoletta Tufaro. Il 24 giugno primo Consiglio comunale

Varata la Giunta a Trebisacce, due uomini e due donne: nominati i più votati

Dopo i festeggiamenti è tempo di rimboccarsi le maniche e di lavorare per il bene della Città. Il neo sindaco di Trebisacce Sandro Aurelio non ha perso tempo nel varare la nuova giunta che tiene conto della parità di genere: due uomini e due donne.

L’amministratore avoca a sé le deleghe al Bilancio (il sindaco di professione è commercialista) e la Sanità, quest’ultimo tema è estremamente attuale perché la vera partita da giocare è quella della riapertura del presidio ospedaliero “Chidichimo”. Il principio cui il primo cittadino ha tenuto conto è inevitabilmente il numero delle preferenze ottenuto da ogni singolo eletto nella maggioranza durante la tornata elettorale.

Questo è il nuovo Esecutivo: Nicoletta Tufaro, prima degli eletti con 487 preferenze è il nuovo vice-sindaco e assessore con delega ad Ambiente, Politiche Agricole e Green Economy; Claudio Roseto (393 voti), Assessore con deleghe a Lavori Pubblici, Decoro e Arredo Urbano, Urbanistica e Demanio; Leonardo Petrone (352 voti) con delega a Turismo, Politiche Giovanili e Protezione Civile e Daniela Nigro (269 voti) con delega a Spettacolo, Grandi Eventi, Famiglia, Rapporti con i Comitati di Quartiere e Centro Storico.

La norma sulle pari opportunità tiene fuori dalla Giunta Salvatore Carlomagno che ha avuto una buona affermazione con 303 preferenze, ma non è da escludere che il neo eletto possa collocarsi ai vertici della presidenza del Consiglio comunale già convocato per il prossimo 24 giugno che in agenda prevede: Esame eleggibilità e compatibilità degli eletti, a cura del Segretario Comunale Roberto Amerise; Elezione del Presidente del Consiglio Comunale; Giuramento del Sindaco; presa d’atto della nomina della Giunta Comunale e delle Deleghe assegnate agli Assessori ed ai Consiglieri che restano fuori dalla Giunta; Elezione della Commissione Elettorale e presentazione e approvazione della linee programmatiche di governo della città.