martedì,Agosto 9 2022

“Valore Pubblico: la PA che funziona”, la Bocconi premia la Camera di commercio di Cosenza

Un nuovo Piano Fabbisogni del personale e Modalità di reclutamento innovative valgono all’Ente il Premio di valore per le “Innovazioni Gestionali”

“Valore Pubblico: la PA che funziona”, la Bocconi premia la Camera di commercio di Cosenza

Tra i migliori progetti candidati al Premio “Valore pubblico – la pubblica amministrazione che funziona”, il “Nuovo Piano Fabbisogni del Personale e Modalità di Reclutamento innovative” della Camera di commercio di Cosenza riceve il “Premio di valore” promosso dalla SDA Bocconi – School of Management e dal Gruppo GEDI (editore di Repubblica), con il patrocinio del Ministro per la Pubblica Amministrazione, del Dipartimento della funzione Pubblica, di ANCI e UPI – Unione Province d’Italia.

L’iniziativa di SDA Bocconi nasce per avviare un confronto aperto tra il mondo della ricerca, della formazione e i referenti di progetti innovativi e d’avanguardia, insieme per mettere al centro dell’azione di Governo le buone pratiche della Pubblica Amministrazione per costruire il futuro. Un’occasione per presentare realtà di valore e condividere gli esempi virtuosi delle Pubbliche Amministrazioni che hanno partecipato al bando: oltre 130 tra enti e imprese pubbliche che hanno presentato 179 progetti in 10 diverse categorie: dalla sostenibilità all’innovazione digitale, passando per la digitalizzazione e l’inclusione e seguendo le linee guida del PNRR per un’amministrazione pubblica più moderna ed efficiente.

Come si legge nella motivazione del premio, «il nuovo piano dei fabbisogni del personale e le modalità di reclutamento adottate dalla Camera di Commercio di Cosenza incarnano una pratica gestionale innovativa a livello di sensibilità strategica, solidità dei metodi, orientamento al risultato ed elevata trasferibilità in altri contesti organizzativi. Il progetto ha portato risultati significativi e replicabili in termini di programmazione e gestione strategica delle risorse umane».

Camera di Commercio di Cosenza premiata dall’Università Bocconi di Milano, parla il presidente Algieri

«Il Premio rappresenta un ennesimo riconoscimento per il nostro Ente – dichiara il presidente Klaus Algieri – e per la sua capacità di creare Valore Pubblico anche attraverso il suo patrimonio intangibile, in modo funzionale al soddisfacimento delle esigenze delle imprese, nostri utenti di riferimento. È un riconoscimento di sui siamo particolarmente soddisfatti perché premia la nostra idea di concretezza rispetto agli obiettivi dettati dal PNRR per rendere la PA più efficiente, più moderna, più digitalizzata e, contemporaneamente, realizzare la massima semplificazione delle procedure.”

«La consapevolezza che il processo di innovazione della PA può attuarsi oltre che con la trasformazione e l’evoluzione del patrimonio tecnico anche con la valorizzazione del patrimonio umano – sottolinea il Segretario Generale dell’Ente, Avv. Erminia Giorno – ci ha fatto maturare l’idea di stilare un nuovo piano di fabbisogno del personale e pensare a nuove modalità su cui basare il reclutamento di figure professionali innovative, capaci di affrontare le sfide del nostro tempo per crescere ed essere competitivi. Nel 2020 la Camera di commercio di Cosenza ha quindi promosso il progetto premiato da SDA Bocconi, preferendo leve di gestione delle risorse umane volte a riconoscere e integrare il ruolo dell’Amministrazione nell’ambito della più ampia strategia d’organizzazione».

«Il primo step del Piano – prosegue il Segretario Generale – ha visto la definizione di una tattica coerente con la mission dell’Ente; il secondo è stato la mappatura dei processi da governare, delle professionalità, competenze e capacità per lavorare e garantire elevati standard di efficienza, efficacia e qualità dei servizi. L’obiettivo ultimo è stato quello di acquisire figure con il mix di competenze tecniche-professionali (hard skill) e trasversali (soft skill) individuato nella mappatura: durante la definizione delle pratiche si è tenuto conto di questa multidimensionalità, descritta e declinata nei documenti volti a disciplinare le procedure di reclutamento. Analoghe considerazioni sono valse nel comporre la commissione giudicatrice, in cui si è previsto l’inserimento di professionalità che potessero valutare al meglio i candidati».

«L’Ente ha poi avviato a fine 2021 il reclutamento delle figure, trasponendo i contenuti innovativi del Piano nell’ambito degli step procedurali previsti dalla normativa vigente. Oggi, a distanza di pochi mesi dalla pubblicazione del Bando, possiamo contare su sei nuove risorse umane dai profili altamente innovativi: Specialista marketing e comunicazione territoriale, Specialista servizi per l’occupazione e il placement, Assistente servizi anagrafici e di regolazione, Assistente servizi per il territorio e Digital promoter, che sono tra i primi profili di questo tipo ad essere presenti nella Pubblica Amministrazione italiana».

Presenti alla Cerimonia di premiazione, che si è tenuta lo scorso 20 giugno all’SDA Bocconi Campus di Milano, il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, Giovanni Valotti, professore di Economia delle aziende e amministrazioni pubbliche nonché Responsabile del progetto SDABocconi4Gov, e Marta Barbieri, Associate Professor of Practice di Public Management, per SDA Bocconi.

Articoli correlati