venerdì,Agosto 19 2022

Di notte gare clandestine di auto turbano il sonno dei residenti di Rende

Anche ieri notte forti rombi di auto seguite a frenata violente e ripetute hanno rotto il silenzio della zona in cui servirebbero maggiori controlli e più limitatori del traffico

Di notte gare clandestine di auto turbano il sonno dei residenti di Rende

Da qualche settimana, a notti alterne, la zona dello stadio Lorenzon, a Commenda di Rende, si trasforma in una sorta di pista da Gran Premio. Nella fascia oraria che va dalla mezzanotte all’una, non è raro udire forti rombi di motore associati a ripetuti stridii di gomme sull’asfalto. Più auto sembra si sfidino in velocità consumando pneumatici e frizioni, risvegliando chi a quell’ora si è già assopito. Quella zona, specie nelle ore serali che preludono alla notte, è spesso puntata da chi scambia una strada pubblica per un circuito sportivo. Anche la tratta della Statale, dal semaforo collocato sotto la sopraelevata in poi, in mancanza di dossi, diventa di notte a scorrimento ultraveloce per chi decide di attraversarla, auto ma soprattutto moto, (approfittando dei semafori lampeggianti), come fosse start di una competizione di auto da corsa. Di certo servirebbero maggiori controlli in quella zona molto centrale, che i soliti sbruffoni scambiano per la loro personale pista sportiva rendendola ad alto rischio.