mercoledì,Settembre 28 2022

Vaccino Covid, Galli: «Quarta dose a over 60 non è da escludere»

Il direttore del reparto malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano: «Agli over 70 è consigliabile, agli over 80 va fatta subito»

Vaccino Covid, Galli: «Quarta dose a over 60 non è da escludere»

“Per chi ha fatto tre dosi di vaccino anti Covid e ha qualche fragilità non vale la pena aspettare per fare una quarta dose, va fatta al più presto. Ma anche farla per chi ha più di 60 anni è un’ipotesi da non escludere. Per chi ne ha più di 70, invece, è francamente consigliabile. Agli over 80 è consigliabilissimo”. A dirlo all’Adnkronos Salute, Massimo Galli, già direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano in merito alla raccomandazione dell’Ema per l’allargamento della quarta dose agli over 60. “La raccomandazione dell’Ema per il secondo booster agli over 60 ha una sua logica visto quello che sta succedendo questa estate”, afferma.

I casi di Covid sono molti più di quelli ufficiali perché una larga fascia di persone non denuncia la propria positività, o non ne è consapevole perché ha sintomi lievi o inesistenti. E troppo spesso le persone che si sono infettate vanno a lavorare magari sollecitati, in alcuni contesti, anche dai datori di lavoro a non denunciare il proprio stato. Questo allarga sempre di più il numero di infezioni e si rischia la paralisi delle attività, che possono ritrovarsi con tutto il personale malato”, prosegue.

Galli sottolinea l’importanza, soprattutto in questa fase pandemica con una variante così diffusiva, di “rendere noto il proprio stato di contagiato, tutelando gli altri e anche le attività lavorative stesse. Se non teniamo conto del problema rischiamo di trovarci in guai peggiori, bloccando totalmente le attività. Vediamo, ad esempio, quanto sta accadendo negli ospedali dove molto personale si è ammalato e questo crea disagi e una situazione particolarmente incresciosa”.

fonte: Adnkronos

Articoli correlati