venerdì,Ottobre 7 2022

A San Lucido l’ArteInVivo Festival 2022, il viaggio come “experience”

Il 22 luglio spettacolo gratuito di flamenco con il ballerino Marco Flores

A San Lucido l’ArteInVivo Festival 2022, il viaggio come “experience”

Più che una vacanza, ArteInVivoFestival è un viaggio. E il senso del viaggio è l’esperienza, l’emozione che resterà impressa nella mente e nel cuore, tornando a casa. È il duende descritto dal poeta e drammaturgo spagnolo Federico Garcia Lorca: “Questione di sangue, fluido inafferrabile che arriva direttamente al pubblico, qualcosa con cui lottare”.

È proprio per cercare di afferrare quel “duende” che nasce “ArteInVivo Festival 2022”: arte, spettacoli, concerti, corsi specialistici, percorsi enogastronomici, mostre, presentazioni di libri, fino a sabato 23 luglio a San Lucido, la perla del Mediterraneo, sulla costa tirrenica cosentina.

Trenta artisti e artigiani si mettono in gioco e condividono la loro arte con il pubblico. Il paese si trasforma in un teatro diffuso dove i visitatori sono attori e spettatori. Gli ospiti possono immergersi nell’arte e tuffarsi nelle onde cristalline del Mar Tirreno. Arte e turismo insieme, quindi, in uno dei borghi più belli d’Italia, un’esperienza arricchita da proposte culturali e tradizioni millenarie.

«Noi siamo una start up innovativa nata con l’obiettivo di incrementare il turismo nei piccoli borghi – spiega Loredana Ruggieri, maestra di flamenco e codirettrice artistica di ArteInVivo – con questo Festival proponiamo esperienze artistiche, vacanze dove si possano vivere le tradizioni musicali ed enogastronomiche di un luogo, ma anche il suo vissuto».

Dopo giorni di corsi e laboratori, dal flamenco alle tradizioni sanlucidane, che hanno registrato un grande successo di pubblico, il Festival si avvia alla conclusione con due eventi gratuiti da non perdere. Venerdì 22 luglio, alle 21, sotto il Castello di San Lucido, il pubblico avrà la possibilità di vedere insieme in scena alcuni tra i più importanti artisti del flamenco a livello internazionale: Marco Flores, bailaor d’eccezione, vincitore di quasi tutte le ultime edizioni dei premi più riconosciuti nell’ambito del Flamenco; Mercedes Cortes famosa in tutto il mondo per il suo avvolgente cante gitano; Manuel Montero che con la sua chitarra ha portato in tutto il mondo il suo flamenco dall’ampio e profondo respiro.

Sabato 23 luglio, alle 22.30, alla piazza del Monumento gran finale con “Por Rosas. Mujeres en concierto”. “Por Rosas” è un progetto curato dalla cantaora italo-argentina Ana Rita Rosarillo e dalla chitarrista Francesca Turchetti. Le donne raccontano e si raccontano in un percorso musicale, tutto al femminile, passando dal flamenco alla musica sudamericana.

Tra gli eventi di ArteInVivo anche il Carnevale estivo, una tradizione lunga oltre 20 anni che fa parte della cultura della costa tirrenica cosentina. Il 21 luglio artisti di strada, ballerini e gruppi mascherati illuminano il borgo di San Lucido nella giornata de ‘a vulata’, quella più calda dell’estate secondo la tradizione popolare, così torrida da provocare reazioni insolite nella popolazione, come fare il bagno in mare completamente vestiti.

Un’altra credenza popolare, invece, associa “a vulata” con la cacciata dell’invasione saracena dal borgo ad opera degli abitanti del luogo, tanto che gli invasori furono costretti a ritirarsi buttandosi in mare per raggiungere le imbarcazioni.

ArteInVivo non è solo un Festival ma un viaggio artistico, unico e coinvolgente, che continuerà a vivere anche dopo l’estate con proposte on line su una piattaforma innovativa che trasmetterà tutto l’anno le offerte in streaming e on demand in 2D e 3D, grazie all’ausilio di tecnologie immersive. E, allora, prova ad afferrare fino a sabato 23 luglio il tuo duende, potere misterioso che tutti sentono e nessun filosofo spiega”, come scriveva Goethe a proposito della genialità del musicista Niccolò Paganini. Un potere e non un agire, un lottare e non un pensare. 

Articoli correlati