lunedì,Agosto 15 2022

«Servono medici a San Giovanni in Fiore per scongiurare la chiusura dell’ospedale»

Gli esponenti di “Donne e diritti” e “Comunità competente” alzano il sipario su uno scenario inquietante: «Senza sanitari dal 31 agosto, a rischio la salute dei cittadini»

«Servono medici a San Giovanni in Fiore per scongiurare la chiusura dell’ospedale»

«Veniamo a conoscenza che dal primo agosto al 31 agosto per carenza di personale medico non sono accettati ricoveri nell’Unità Operativa di Medicina del Presidio Ospedaliero di San Giovanni in Fiore». A sostenerlo in una nota sono Stefania Fratto e Rubens Curia, esponenti di “Donne e diritti” e “Comunità competente”.

«Putroppo questa è la situazione nelle nostre aree Interne che, a parole, si vogliono valorizzare ma nei fatti si spingono allo spopolamento. È incredibile – continuano i due – che si parli di tutela delle fragilità o della valorizzazione del turismo di ritorno e poi ad agosto si chiude, nei fatti, un reparto strategico dell’Ospedale di San Giovanni in Fiore».

«L’Associazione “Donne e Diritti ” e la Rete Regionale di “Comunità Competente” – chiudono Fratto e Curia – chiedono al Commissario Graziano e, per opportuna conoscenza al Commissario Occhiuto, un immediato intervento, come si è fatto lo scorso anno, che si inviino medici in sostituzione perché le zone disagiate non possono essere abbandonate».