lunedì,Agosto 15 2022

Aveva 60 chili di cocaina nascosti nella sua auto: arrestato dalla Guardia di Finanza

Le Fiamme Gialle si sono insospettite dall'andatura anomala della macchina e grazie anche al cane antidroga "Indic" hanno rinvenuto l'ingente quantità di sostanza stupefacente

Aveva 60 chili di cocaina nascosti nella sua auto: arrestato dalla Guardia di Finanza

Nell’ambito dei servizi di prevenzione crimine e del controllo del territorio, per come disposti per il periodo estivo dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro, i Finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme hanno eseguito un controllo economico del territorio nelle zone di maggior attrazione turistica e sulle principali vie di comunicazione.

Tra gli autoveicoli in transito sulle arterie stradali della zona, i militari hanno individuato e fermato un’autovettura che procedeva con un’andatura anomala sull’autostrada A/2 del Mediterraneo, all’altezza dello svincolo di Lamezia
Terme.

Nel corso del controllo il nervosismo della persona fermata non è sfuggito alle Fiamme Gialle, che hanno approfondito il controllo mediante una perquisizione accurata del mezzo, eseguita con l’ausilio del cane antidroga “Indic”, il quale, dopo una minuziosa ispezione del mezzo, ha segnalato al proprio conduttore la plausibile presenza di sostanze stupefacenti.

L’accurata ricerca effettuata successivamente dai Finanzieri in corrispondenza dei punti in cui il cane antidroga si era soffermato, ha consentito di rinvenire, stipati ed abilmente occultati in apposita intercapedine, 50 “panetti” di cocaina per un peso complessivo di 60 chilogrammi.

Tale intercapedine è risultata essere stata artatamente realizzata sotto il pianale del veicolo, che si apriva con un congegno meccanico, anche questo abilmente occultato sotto la moquette, all’altezza dei sedili anteriori, non individuabile nel corso di una normale ispezione.

All’esito delle operazioni i Finanzieri lametini hanno sottoposto a sequestro la sostanza stupefacente rinvenuta, che dall’analisi e risultata di elevato grado di purezza ed il veicolo con il quale veniva trasportata. Il conducente, sorpreso nella flagrante illecita condotta di detenzione a fini di spaccio del narcotico sequestrato, è stato quindi tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Catanzaro. Il procedimento penale pende in fase di indagini preliminari e pertanto l’indagato è da ritenere innocente fino ad eventuale sentenza di condanna irrevocabile.

Articoli correlati