giovedì,Ottobre 6 2022

Bici solidale a Cosenza, consegnata alla prima famiglia che ha fatto richiesta

Il sindaco Franz Caruso: «Il mio desiderio è che ogni cittadino possa muoversi liberamente, senza vivere o subire limitazioni alcuna in ragione del suo stato fisico e psicofisico»

Bici solidale a Cosenza, consegnata alla prima famiglia che ha fatto richiesta

Il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, ha voluto consegnare personalmente la bici degli abbracci alla prima famiglia che ne ha fatto richiesta, interrompendo la riunione di Giunta in corso. «L’Hugbike o bici degli abbracci – ha affermato il sindaco di Cosenza, Franz Caruso – non è solo una bicicletta. E’, soprattutto, un progetto di inclusione sociale, per me molto importante, che nasce dalla volontà di aiutare e sostenere l’altro. Il mio desiderio è che ogni cittadino possa muoversi liberamente, senza vivere o subire limitazioni alcuna in ragione del suo stato fisico e psicofisico. A tal fine tra i punti più importanti e qualificanti del mio mandato di programma c’è la mobilità volta a favorire il movimento e l’integrazione delle persone fragili».

«L’Hugbike – conclude il primo cittadino di Cosenza – è stata data in concessione d’uso gratuito al Comune di Cosenza dall’Organizzazione di volontariato “io autentico”» che fa parte del Comitato Uniti per l’Autismo Calabria, con cui nello scorso mese di gennaio ho sottoscritto un apposito protocollo d’intesa. Il servizio di prenotazione della bici degli abbracci viene coordinato dal vicesindaco Maria Pia Funaro e del consigliere comunale Francesco Turco con cui questo pomeriggio ho condiviso il momento emozionante della consegna della bici che ci ha regalato il sorriso di un bambino bellissimo e la gioia di una intera famiglia».

Il servizio di prenotazione della bici degli abbracci, lo speciale tandem destinato all’utilizzo alle persone con autismo, con disabilità intellettivo-relazionali, sindrome di down, non vedenti o ipovedenti e persone con altre disabilità è fruibile inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected].

Articoli correlati