giovedì,Ottobre 6 2022

Praia, vandalizzate fontanelle per tre volte in pochi giorni: l’amministrazione le chiude

Lo denuncia Elisa Selvaggi, assessore della giunta De Lorenzo, in un post social in cui annuncia anche di aver preso drastici provvedimenti

Praia, vandalizzate fontanelle per tre volte in pochi giorni: l’amministrazione le chiude

Anche quest’anno il turismo registrato nel Tirreno cosentino lascia a desiderare. Tra risse, furti, caos e grigliate in strada, la situazione è letteralmente degenerata, come accaduto spesso nelle ultime stagioni estive. L’ultimo, increscioso episodio arriva da Praia a Mare, cittadina balneare letteralmente presa d’assalto dai turisti agostani, e lo denuncia Elisa Selvaggi, assessore della giunta De Lorenzo, in un post social in cui annuncia anche di aver preso drastici provvedimenti.

«Quando le vandalizzi per la terza volta in pochi giorni – scrive – allora le chiudi! Una sconfitta di civiltà! Ma l’acqua è un bene pubblico e come dice la Costituzione deve essere di facile accesso e fruibilità a tutti, questo è ciò che, insieme al Sindaco, ho sempre pensato. Per questo, le fontanine saranno riattivate non appena si tornerà alla “normalità”». Le fontane cui fa riferimento l’assessore Selvaggi si trovano nel lungomare Sirimarco, che si estende per svariati chilometri.

Storia vecchia

L’assessore Selvaggi, poi, lancia un monito parlando prima di tutto da cittadina. «Sempre più convinta – afferma – che siamo noi operatori economici che determiniamo la qualità turistica del paese. Mettiamocelo bene in testa». A Praia a Mare il discorso sul turismo va avanti da anni, ma finora poco si è fatto e, a dire il vero, poco si è potuto fare. Come accade anche in tutto il tratto dell’alto Tirreno cosentino, gran parte dei turisti che si riversano in città nei mesi esiti, è proprietaria di seconde case, da generazioni. Cambiare la tipologia di turismo, al momento, appare solo un miraggio.