domenica,Novembre 27 2022

Montalto, al via il festival Leoncavallo: tra lirica e atmosfere jazz – VIDEO

Presentato il calendario, articolato in sei serate. La manifestazione si svolge in stretta collaborazione con il Conservatorio Giacomantonio di Cosenza

Montalto, al via il festival Leoncavallo: tra lirica e atmosfere jazz – VIDEO

Sarà un festival lirico contaminato da atmosfere jazz il Leoncavallo edizione 2022 in programma a Montalto Uffugo dal 27 agosto al 4 settembre. Il calendario, articolato in sei serate ospitate tra il sagrato del Duomo della Serra, Piazzetta Rizzo ed il Chiostro di San Domenico, è stato presentato in municipio nel corso di una conferenza stampa coordinata dal sindaco Pietro Caracciolo. La manifestazione si svolge in stretta collaborazione con il Conservatorio di Musica Stanislao Giacomantonio, in ragione di un protocollo d’intesa sottoscritto tra le due istituzioni. Il Festival Internazionale Ruggiero Leoncavallo sarà il punto di partenza di un percorso proiettato anche verso la stagione invernale e che sarà scandito da numerosi appuntamenti.

Sinergia istituzionale

«Questa novità – ha sottolineato il primo cittadino – consentirà ai giovani allievi del Conservatorio di potersi esibire su un palcoscenico prestigioso. Abbiamo trovato subito l’intesa per intraprendere questa sinergia che non si limiterà alle serate del Festival ma proseguirà anche nei prossimi mesi». Emanuele Cardi, vicedirettore dello Stanislao Giacomantonio, ha ribadito come «il Conservatorio si ponga tra i propri obiettivi non solo quella di impartire l’alta formazione ai propri studenti, ma anche di favorirne l’inserimento lavorativo. Con il Comune di Montalto Uffugo intendiamo creare una filiera da allargare anche ad altri centri della provincia di Cosenza e della Calabria».

Il programma degli appuntamenti

Il programma del Festival, a cura dell’assessore alla cultura Gianfranco Bria, si articola in sei serate allestite sotto la direzione artistica di Carlo Maria Manna e del responsabile della lirica Antonio Fratto. Il 27 agosto il debutto sul sagrato del Duomo della Serra alle ore 21,30 con il concerto Liricamente Opera a cura del M° Antonio Fratto e del M° Maria Carmela Conti accompagnati al pianoforte dal M° Antonello Maio. Il 28 agosto alle 21,30 nel chiostro di San Domenico si terrà il convegno dedicato a Ruggiero Leoncavallo dal titolo Verità storica, parola, poetica, dramma musicale, a cura di Paola De Simone, Vincenzo Palermo e Antonio Fratto con intermezzi musicali di Federico Veltri e Antonello Maio. Il 31 agosto sempre nel chiostro di San Domenico alle 21,30 coro di clarinetti del conservatorio di Cosenza diretto dal M° Leonardo Cattedra con il M° Alfredo Vena in qualità di solista.

Il jazz che non ti aspetti

Dal salotto all’operetta è invece il titolo del concerto del 2 settembre alle ore 21,30 organizzato in Piazzetta Rizzo a cura del M° Antonio Fratto e del M° Maria Carmela Conti, accompagnati al pianoforte da Andrea Bauleo. Voce recitante: Mario Massaro. Il 3 settembre il chiostro di San Domenico alle ore 21 ospiterà una serata omaggio alla Beata madre Elena Aiello, con una mostra concerto dedicata a Rosina Toscano De Rose. Il Festival si concluderà domenica 4 settembre alle 21,30 sul sagrato del Duomo della Serra. Leon in Jazz il concerto finale a cura del M° Mirko Onofrio, con l’opening A Trick of the voice Claudio Vignali piano solo. Ospite della serata l’attrice Anna Safroncik.

Il maestro Mirko Onofrio, a margine della conferenza stampa, ha spiegato i motivi di questa coraggiosa scelta di contaminazione nell’intervista rilasciata al nostro network.