domenica,Novembre 27 2022

Dame e cavalieri nel Pollino: è Tri Gra, la rievocazione storica sulle grandi donne di Firmo

La manifestazione entra nel vivo il 30 agosto con la riproposizione del corteo nuziale di Chiara Comite. Protagoniste anche le figure di Covella Ruffo ed Erina Castriota

Dame e cavalieri nel Pollino: è Tri Gra, la rievocazione storica sulle grandi donne di Firmo

Entra nel vivo “Tri Gra Pringjpeha Chiara Comite”, la rievocazione storica su tre figure femminili della storia di Firmo, in programma dal 20 al 31 agosto nella cittadina arbreshe. La manifestazione, organizzata con l’importante contributo del Ministero della Cultura dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Sai di Firmo e con la direzione artistica di Domenica Martino, è un vero e proprio contenitore di seminari, laboratori, mostre d’arte e cenni storici che passano dagli abiti d’epoca alla musica. Ma non è finita qui, perché un ruolo importante della kermesse sarà affidato anche all’enogastronomia al quale sarà presente lo chef Enzo Barbieri

Cuore della manifestazione, però, sono le tre donne protagoniste della storia di Firmo: Erina Castriota, principessa di Bisignano; Covella Ruffo, nobildonna dal carattere deciso, e Chiara Comite, le cui nozze con Giulio da Cilento nel 1508 sono l’oggetto della rievocazione storica.

La rappresentazione, infatti, prevista per martedì 30 agosto a partire dalle 18, riproporrà proprio il corteo nuziale di Chiara e Giulio, con dame e cavalieri in costume cinquecentesco, ballerine, sbandieratori ed i musici Arma Murani che forniranno al corteo l’atmosfera solenne ed epica del giorno del matrimonio, uno dei momenti più celebrativi della storia.

Ad emergere, però, non sono solo le nozze di una delle figure più misteriose di Firmo, ma il legame fra tre grandi donne che, pur essendo vissute in epoche diverse, hanno un denominatore comune: icone della cultura arbereshe. Per la prima volta, quindi, il Pollino propone non solo una rievocazione di eventi storici ma pone l’accento su figure femminili che, attraversando il tempo e lo spazio, si ritrovano insieme e sottolineano quanto le donne forti di Calabria hanno reso grande questa terra.