venerdì,Dicembre 2 2022

Manuela Arcuri ad Acri per la dodicesima edizione di Cineincontriamoci

L’edizione 2022 della kermesse, creata e ideata da Mattia Scaramuzzo, ha avuto come tema portante quello della “pace”

Manuela Arcuri ad Acri per la dodicesima edizione di Cineincontriamoci

Si è svolta ad Acri la 12esima edizione di Cineincontriamoci, il festival cinematografico, nato dalla volontà di promuovere e valorizzare il territorio attraverso il mondo del grande schermo. L’edizione 2022 della kermesse, creata e ideata da Mattia Scaramuzzo, ha avuto come tema portante quello della “pace” e come ospite d’onore l’attrice e modella Manuela Arcuri.

«È stata l’artista che più sensibile alla tematica di quest’anno– ci dice Scaramuzzo -. Un connubio con lei grazie alla sua bravura e alla sua sensibilità». L’ideatore di Cineincontriamoci ci parla anche della mission della manifestazione: «Nasciamo come volano per la promozione e la valorizzazione del territorio attraverso il cinema. Tali iniziative ci permettono di fare conoscere Acri e questo territorio anche agli artisti del grande schermo – afferma Scaramuzzo –. Il mio sogno è appunto creare un polo cinematografico per attrarre il più possibile set cinematografici e, dunque, professionisti e artisti della settima arte».

Manuela Arcuri, che ha origini calabresi per via del padre, ha ricevuto il premio Cineincontriamoci 2022 realizzato dall’orafo Domenico Tordo e consegnatogli dall’assessore del Comune di Acri Graziella Arena. «Mio papà è di Crotone – dice la Arcuri – aiutare con la mia presenza a supportare la regione Calabria per me è un onore». Ed ancora: «La Calabria secondo me non si finirà mai di conoscerla, ha talmente tante bellezze dal mare alla montagna – dice l’attrice -. Ho visitato tanti posti di questo meraviglioso territorio, e devo dire che questa è una regione bella e molto ricca, da dover sfruttare e valorizzare al massimo».

Il cinema come veicolo per far conoscere la Calabria, anche Manuela Arcuri conferma: «È un territorio con mille sfaccettature di bellezza, dalla cultura alle tradizioni fino  alla natura, quindi sarebbe un’ottima location per i set cinematografici»

All’appuntamento, condotto dal giornalista Piero Cirino, hanno partecipato anche la modella cosentina Martina Brogno e l’attore-doppiatore vibonese Giuseppe Ingoglia. Assente per motivi personali il presidente di Calabria film Commission Anton Giulio Grande. A inframezzare la serata le note delle Maestre Valentina Marchese e Ilenia Turano.