giovedì,Ottobre 6 2022

Caro energia, come cucinare la pasta risparmiando sul gas

Il premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi è soltanto l’ultimo dei volti noti che hanno pubblicato sui social la ricetta della cottura con coperchio e fuoco spento, che permette di risparmiare fino a 8 minuti di gas

Caro energia, come cucinare la pasta risparmiando sul gas

L’autunno alle porte spaventa gli italiani, soprattutto per il grave aumento dei costi dell’energia che rischia di pesare notevolmente sulle bollette. E così c’è chi pensa a come risparmiare anche in cucina. Da giorni circolano sui social le ricette per cucinare la pasta a fuoco spento. Non una novità, perché molti chef la preferiscono alla cottura classica, ma adesso incuriosisce tanti. Tra loro c’è anche l’ultimo premio Nobel per la fisica, Giorgio Parisi, che sul proprio profilo Facebook ha ricondiviso la ricetta, diventata ormai quasi un tormentone. E anche su TikTok il video spopola, lanciato da Dario Bressanini.

Come funziona la «cottura passiva»

Nel post condiviso da Giorgio Parisi, viene spiegato il procedimento: «Dopo aver portato l’acqua a ebollizione buttate la pasta e aspettate 2 minuti. Poi si può tranquillamente spegnere il gas, basta usare un coperchio e calcolare un minuto circa in più». Il riferimento in questo caso è al tempo di cottura indicato sul pacco della pasta. Il post prosegue parlando di «almeno 8 minuti di risparmio di gas. Senza voler fare moltiplicazioni per famiglie italiane, credo che sia una notizia da divulgare, dovremmo cambiare abitudini e non è detto che sia un male». Parisi ammette di non aver provato, ma in tanti commentano con entusiasmo affermando che il procedimento funziona.

Quanto si risparmia

La ricetta spopola, pur non essendo affatto una novità. Già qualche mese fa, uno studio dei Pastai italiani di Unione italiana food, sosteneva la necessità di utilizzare il coperchio. Questo permetterebbe di risparmiare tempo, ma anche di ridurre del 6 per cento energia ed emissioni di CO2 equivalente. E ancora la ricerca evidenziava come cuocere la pasta in 700 millilitri d’acqua e non in un litro per 100 grammi può portare a ridurre del 30 per cento il consumo della stessa, oltre che di un ulteriore 13 per cento quello energetico. E infine spegnere il fuoco. I Pastai italiani parlano di farlo 2 minuti prima della cottura tradizionale lasciando il coperchio, con un risparmio fino al 47 per cento.

Articoli correlati