giovedì,Ottobre 6 2022

Mendicino, svolta ecologica per le auto dei vigili e della manutenzione

Rottamata la vecchia flotta che gravava, solo di carburante, per 60mila euro sulle casse comunali. Ecco tre nuove macchine elettriche e due automezzi. Il sindaco Palermo: «Noi tra i primi in Calabria»

Mendicino, svolta ecologica per le auto dei vigili e della manutenzione

Svolta ecologia a Mendicino, con il sindaco Antonio Palermo che ha consegnato, insieme al Gruppo Chiappetta, tre nuove macchine elettriche, due delle quali saranno destinate alla Polizia municipale e una agli addetti della manutenzione. Va in pensione così la vecchia flotta di autovetture a disposizione dell’Ente che, soltanto per ciò che concerne il carburante, gravava sulle casse comunali per 60-70mila euro.

Il primo cittadino e la sua squadra di governo hanno nei mesi scorsi acceso un mutuo della durata di 30 anni presso la Cassa Depositi e Prestiti. L’importo complessivo è di 150mila euro, ma comprende anche un due automezzi, di cui uno pesante, riservati al servizio manutenzione. Con una rata annua di circa 5mila euro, il risparmio calcolato in sede di definizione dell’impegno di spesa è del 65%.

«Le colonnine presso le quali sarà possibile ricaricare le macchine elettriche – fa sapere Antonio Palermo – sono situate non solo nelle vicinanze del capannone degli automezzi, ma dislocate lungo tutto il territorio. Da tempo, infatti, avevamo provveduto ad installarne diverse. Quando ancora la crisi energetica in Europa non imperversava, ho ritenuto fosse ora di convertire il nostro vetusto parco auto comunale alimentato a benzina, a diesel e a gasolio con nuovi mezzi a trazione completamente elettrica».

«Centriamo così un altro grande risultato» ha aggiunto il sindaco di Mendicino, fiero delle politiche innovative che sta portando avanti. «Mendicino – spiega ancora – è uno dei primi comuni in Calabria, se non il primo in assoluto, ad adottare questa scelta così radicale. Le auto innovative e a trazione completamente elettrica ci consentiranno di contribuire a raggiungere gli obiettivi di abbattimento delle emissioni di CO2 previsti dall’UE a salvaguardia dell’ambiente, ottenere un nuovo risparmio economico considerevole per le casse comunali, permettere alla polizia municipale e agli addetti alla manutenzione di viaggiare su mezzi nuovi, più sicuri ed idonei. Considerati i costi del gas che continuano a salire – chiude – questa è senz’altro un’ottima notizia».