giovedì,Ottobre 6 2022

Dipendenti Siarc da circa un anno senza stipendi, servizio mensa dell’INRCA di Cosenza a rischio

L'Usb Lavoro Privato: «La vertenza è stata oggetto di discussione in Prefettura ma non ha sortito nessun effetto, la SIARC continua a percepire regolarmente le somme dovute dall’azienda ospedaliera di Cosenza»

Dipendenti Siarc da circa un anno senza stipendi, servizio mensa dell’INRCA di Cosenza a rischio

«Per l’ennesima volta siamo costretti a denunciare pubblicamente le vessazioni subite dai lavoratori dipendenti della società SIARC, impiegati nel servizio mensa dell’INRCA di Cosenza». Lo scrive in una nota l’Usb Lavoro Privato Cosenza.

«Gli stessi vivono una condizione drammatica che mina profondamente la stabilità economica delle proprie famiglie, avanzano, infatti, gli stipendi relativi ai mesi ottobre, novembre, dicembre e tredicesima 2021, gennaio, febbraio, marzo, giugno, luglio, agosto e quattordicesima 2022. Ben dodici mensilità arretrate e nonostante ciò, fino ad ora, hanno continuato a garantire il servizio all’utenza» prosegue la sigla sindacale.

«Ora è arrivato il momento di dire basta. La vertenza è stata oggetto di discussione in Prefettura ma non ha sortito nessun effetto, la SIARC continua a percepire regolarmente le somme dovute dall’azienda ospedaliera di Cosenza, soggetto appaltante, ma si ostina a non retribuire i dipendenti. Una situazione paradossale che svela il vero volto di questi presunti imprenditori» dichiara l’Usb Lavoro Privato Cosenza.

«Data l’insostenibile e drammatica situazione, nelle scorse ore abbiamo dichiarato aperto lo stato di agitazione e avviato le procedure di raffreddamento. Richiediamo, altresì, un incontro urgente con S.E. il Prefetto di Cosenza, al fine di discutere e risolvere le numerose problematiche sopra elencate. Non ci fermeremo e siamo pronti a mettere in campo tutte le azioni sindacali utili a salvaguardare i diritti e la dignità dei lavoratori e delle loro famiglie» conclude la nota.

Articoli correlati