giovedì,Ottobre 6 2022

Bilancio, la maggioranza del Comune di Cosenza: «Per la minoranza sette anni di purgatorio»

I capigruppo di maggioranza e il presidente della commissione Bilancio rispondono ai consiglieri di opposizione: «Stiamo riemergendo dal caos che avete lasciato»

Bilancio, la maggioranza del Comune di Cosenza: «Per la minoranza sette anni di purgatorio»

«Gli atteggiamenti strumentali delle forze di opposizione si possono anche comprendere, soprattutto quando è evidente nelle loro dichiarazioni la totale assenza di onestà intellettuale. Ed, infatti, l’amministrazione guidata dal sindaco Franz Caruso, in questi primi dieci mesi di governo, ha dovuto predisporre ed approvare ben 5 documenti contabili che invece erano di competenza degli odierni consiglieri di opposizione, la maggior parte dei quali, solo pochi mesi fa, rappresentavano la maggioranza di centrodestra che ha provocato non solo e non tanto il dissesto dell’Ente al 2019, ma addirittura un ulteriore disavanzo tra il 2020 ed il 2021 di circa 24 milioni di euro». E’ quanto affermano in una nota congiunta i capigruppo di maggioranza Daniela Puzzo, Francesco Alimena, Raffaele Fuorivia, Ivan Commodaro e Francesco Gigliotti ed il presidente della Commissione Bilancio, Gianfranco Tinto intervenendo sulle critiche mosse alla predisposizione del bilancio di previsione 2022/2024.

Leggi anche ⬇️

«In questi primi dieci mesi di governo- prosegue la nota – si è lavorato per riemergere dalle ceneri di un caos contabile ed amministrativo lasciatoci in eredità dalla passata amministrazione di centrodestra predisponendo ed approvando, per come si diceva, 5 documenti contabili:

  • un bilancio di previsione 2021/2023 postumo, benché di previsione,
  • il rendiconto 2020 registrando un primo disavanzo di 11 milioni di euro,
  • il rendiconto 2021 che ha fatto emergere un ulteriore disavanzo di circa 12 milioni di euro.
  • il bilancio consolidato 2020
  • si sta lavorando per il consolidato 2021»

«Naturalmente – proseguono ancora i capigruppo di maggioranza – ciò ha condizionato il percorso di formazione del bilancio di previsione 2022/2024, che contrariamente al passato sarà tecnicamente corretto e veritiero e che traghetterà Cosenza finalmente verso la luce dopo il buio delle tenebre che i cosentini hanno dovuto sopportare. Si capisca bene, comunque, che il bilancio di previsione 2022/2024 si sarebbe potuto approvare entro i termini ordinari se la situazione contabile e finanziaria del comune di Cosenza fosse stata, appunto, ordinaria. Ma noi stiamo fronteggiando una “conditio” finanziaria “straordinaria”, a fronte della quale si è dovuti ricorrere ad un’azione parimenti straordinaria, quale appunto la predisposizione dell’ipotesi di un nuovo piano di riequilibrio pluriennale».

«Tranquillizziamo, cionondimeno, gli attuali consiglieri di opposizione: noi non vi faremo mancare l’approvazione del bilancio di previsione 2022/2024 che è in dirittura d’arrivo rappresentando, peraltro, un documento che restituirà a Cosenza, in un’ottica verosimilmente decennale, un equilibrio finanziario stabile, veritiero, congruo e non figlio di improvvisazione e quadrature contabili per come il passato, e quindi loro stessi, avevano abituato la città. Detto ciò – conclude la nota – ci saremmo aspettati non che l’attuale opposizione espiasse 7 anni di purgatorio, ma almeno che avessero la decenza di stare in silenzio»