giovedì,Ottobre 6 2022

Caro energia, la Camera di Commercio supporta imprese ed enti pubblici con il progetto Eco

La partecipazione, nell’ambito del programma Elena (Europea Local Energy Assistance) è aperta, libera e gratuita: ecco come fare

Caro energia, la Camera di Commercio supporta imprese ed enti pubblici con il progetto Eco

In un momento storico segnato da un forte caro energetico, determinato da numerosi fattori tra i quali le tensioni internazionali legate alla guerra in Ucraina e la dipendenza europea dal gas russo, la Camera di Cosenza promuove e supporta il coinvolgimento di operatori pubblici e privati interessati a partecipare ad un progetto di sostenibilità energetica e competitività territoriale da sottoporre alla valutazione per finanziamento alla Banca Europea degli Investimenti e alla Commissione europea nell’ambito del programma Elena (Europea Local Energy Assistance).

Lo strumento di assistenza tecnica denominato Elena, nato per facilitare l’impiego di fondi per l’investimento in energia sostenibile a livello locale, copre i costi dell’assistenza tecnica necessaria per preparare, implementare e finanziare i programmi di investimento di beneficiari pubblici e privati nel settore dell’energia sostenibile e dell’efficienza energetica. Tra gli interventi maggiormente richiesti spiccano quelli rivolti ad edifici in luogo della pubblica illuminazione ma le aree tematiche coinvolte sono molteplici: edilizia pubblica e privata, inclusa l’edilizia sociale e l’illuminazione stradale; integrazione delle fonti di energia rinnovabile nell’ambito edilizio; investimenti per il rinnovamento o la costruzione di nuove reti di riscaldamento; settore del trasporto urbano; infrastrutture locali.

In questo scenario di riferimento, la Camera ha definito una progettazione preliminare, già sottoposta al vaglio della Banca Europea per gli Investimenti (Bei), con la denominazione di Eco – Energy COsenza for sustanaible future.

Il progetto, oltre a cogliere gli obiettivi del programma Elena, rappresenta una straordinaria opportunità di intercettare ed integrare una pluralità di risorse pubbliche, anche a fondo perduto, prime tra le quali quelle del Pnrr e dei Fondi strutturali.

Vista la necessità ed il parere della stessa Bei di rendere il progetto Eco ancora più ambizioso, la Camera, che funge da soggetto referente e coordinatore, punta ad una più ampia partecipazione da parte dei soggetti pubblici e privati desiderosi di investire in materia di efficientamento energetico.

Per aderire alla manifestazione d’interesse è sufficiente scrivere a [email protected]. Dopo l’invio della documentazione, la Camera effettuerà un controllo circa la completezza e la congruità della stessa e, al termine, l’impresa riceverà una comunicazione o di richiesta di integrazioni o di conferma circa l’inserimento nella baseline di progetto.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della Camera di Commercio, https://www.cs.camcom.gov.it, oppure scrivendo all’indirizzo [email protected].