giovedì,Ottobre 6 2022

Operazione “Crypto”, il gup di Reggio revoca il carcere ad Alessio Martello

Secondo la Dda reggina farebbe parte del presunto sodalizio criminale, dedito al narcotraffico, capeggiato da Francesco Suriano

Operazione “Crypto”, il gup di Reggio revoca il carcere ad Alessio Martello

In attesa che nel mese di dicembre l’inchiesta “Crypto“, dal punto di vista processuale, entri nel vivo, con la decisione sui rinvii a giudizio o eventuali richieste di abbreviato, il gup di Reggio Calabria, ha accolto l’istanza di sostituzione della misura cautelare nei confronti di Alessio Martello, accusato di far parte della presunta associazione per delinquere dedita al narcotraffico, capeggiata – secondo la Dda di Reggio Calabria – da Francesco Suriano, con il supporto di Roberto Porcaro.

Per gli investigatori, infatti, Alessio Martello avrebbe contribuito a partecipare al presunto sodalizio criminale, avendo un ruolo specifico nell’attività illecita. L’imputato da circa un anno era in carcere e su richiesta degli avvocati Fiorella Bozzarello e Giuseppe Bruno, lo stesso ha ottenuto gli arresti domiciliari, in quanto si sono affievolite le esigenze cautelari. Per questo motivo, il gup ha revocato la custodia in carcere.

Articoli correlati