domenica,Novembre 27 2022

Il campione italiano di velocità in montagna ricevuto in Provincia dalla presidente Succurro

Domenico Scola, vincitore del titolo nel 2017, è anche istruttore per Lamborghini e si sta preparando al campionato del prossimo anno

Il campione italiano di velocità in montagna ricevuto in Provincia dalla presidente Succurro

Il cosentino Domenico Scola, già campione italiano assoluto velocità montagna (Civm) 2017 – la massima aspirazione per chi compete in questa disciplina, è stato ricevuto dalla presidente della Provincia di Cosenza Rosaria Succurro nella giornata di ieri 29 settembre, presente il consigliere delegato Eugenio Aceto.

«È per me grande motivo di orgoglio accogliere un nostro concittadino che ha portato lustro alla nostra città e all’intera Calabria – ha dichiarato la presidente della Provincia – ed è esempio del valore dello sport, che deve essere centrale nelle nostre comunità. Domenico Scola rappresenta un vanto per il nostro territorio, perché ha saputo raccogliere ed onorare l’eredità del nonno Domenico, capostipite degli Scola e grande campione del volante, riuscendo a unire più generazioni continuando a portare in alto cognome e calabresità. Impresa non da poco per un atleta davvero giovane che a soli 23 anni è riuscito a conquistare la ribalta nazionale».

Domenico Scola junior ha inanellato in sole cinque stagioni 30 vittorie assolute e conquistato i massimi titoli di gruppo e under 25, dal 2013 al 2017 e laureandosi proprio nel 2017 campione assoluto di velocità in montagna. Vincitore della Coppa Sila 2022, è anche istruttore per Lamborghini e si sta preparando per il campionato Civm del prossimo anno.

«La Provincia di Cosenza e la Regione Calabria devono sostenere giovani del talento di Domenico – ha aggiunto Rosaria Succurro – perché rappresentano un esempio e una speranza per tutti i loro coetanei e conterranei. È da voi che dobbiamo ripartire, come istituzioni e come società, per risollevarci e sperare in un futuro migliore ed è per questo che mi congratulo e ti ringrazio».

Al termine dell’incontro la presidente Succurro, nell’augurare il prosieguo di ancora più importanti successi, ha omaggiato il campione di una medaglia della Provincia di Cosenza – un dono simbolico da aggiungere alle tante medaglie conquistate per ricordare la vicinanza della sua terra.