giovedì,Dicembre 1 2022

Mendicino, le lamentele dei residenti di via Colle degli Ulivi: «Buche ovunque»

In una lettera aperta documentato con delle foto lo stato dell'asfalto e delle cunette. Si invoca l'intervento degli organi predisposti

Mendicino, le lamentele dei residenti di via Colle degli Ulivi: «Buche ovunque»

Correva il mese di luglio e qualcuno si pavoneggiava scrivendo sui social che al rientro delle ferie i cittadini mendicinesi avrebbero trovato una Mendicino più bella e più ordinata. A noi in realtà sembra che non sia stato fatto nulla o comunque poco». Così in una lettera arrivata in redazione alcuni residenti di via Colle degli Ulivi che hanno allegato anche delle foto. Immortalano l’asfalto dissestato lungo il tragitto, situazione che li ha spinti a protestare sulla stampa.

«Sono mesi che segnaliamo questo disagio, dall’imbocco della strada ormai ne rimane poco e nulla – evidenziano -. Ci imbattiamo in profonde buche, per non chiamarle voragini, le cunette ormai sono inesistenti e completamente piene di materiale con erba alta mezzo metro. E’ stata protocollata per iscritto con tanto di firme da parte dei residenti una segnalazione verso l’ufficio tecnico e organi di competenza, completamente ignorata. Sono stati effettuati continui solleciti da parte nostra per avere un intervento risolutivo, radicale, ed invece qualcuno di tanto in tanto manda i poveri operai del comune a coprire le buche con la sabbia. Abbiamo ricevuto solo promesse, promesse, promesse».

«Di recente – continuano i residenti di via Colle degli Ulivi – sono state pubblicate, sempre a mezzo social, delle foto dove qualcuno si vantava di aver iniziato i lavori di “bitumazione”. Ma dove? Bisogna spulciare il dizionario della lingua italiana per comprendere realmente il significato di “bitumare”. Sarebbe più indicato dire “rattoppare”, a meno che non ci si riferisca ad una Mendicino diversa».

«Speriamo – si legge ancora – che questa lettera aperta possa svegliare qualche animo buono e possa far intervenire qualcuno tempestivamente in aiuto alla popolazione. Non è accettabile che una zona vissuta da belle persone che, con mille sacrifici, hanno realizzato case e villini e che pagano regolarmente le tasse, debba essere “denigrata” o non “valorizzata” dal disinteresse e dagli organi di competenza. Questi, però, nei periodi elettorali nei periodi elettorali si ricordano sempre di bussare alla porta per chiedere il voto».

«Invece di utilizzare h24 i social per i “vanti” personali – l’invito finale della lettera aperta dei residenti di via Colle degli Ulivi – mettete in campo gli strumenti necessari per risolvere le problematiche dei cittadini. A venire a teatro o a leggere un libro ci penseremo dopo… aver aggiustato le nostre macchine».