venerdì,Maggio 24 2024

Rapina in banca a Cetraro: in due a volto coperto fanno irruzione armati di coltelli

I malviventi sono poi riusciti a scappare approfittando del traffico dell'orario di punta: all'episodio di oggi potrebbe essere legato un altro caso segnalato qualche giorno fa

Rapina in banca a Cetraro: in due a volto coperto fanno irruzione armati di coltelli

È successo intorno alle 13 nella filiale della San Paolo di Cetraro, in via Luigi de Seta. Due malviventi con il volto travisato hanno fatto irruzione nell’istituto armati di coltelli. I due, secondo prime indiscrezioni, sarebbero riusciti a scappare utilizzando le scale che dalla banca portano direttamente alla scuola elementare in via Carlo Pancaro.

Tutto è accaduto in concomitanza dell’uscita scolastica, pochi minuti dopo il suono della campanella. I malviventi, probabilmente, hanno approfittato dell’orario di punta e del traffico che in quelle ore riempie le principali arterie stradali della città. Alla rapina di oggi pare sia collegato un episodio verificatosi qualche giorno fa. Un cittadino avrebbe segnalato in orario notturno la presenza di tre persone incappucciate intenti a scassinare il bancomat dello stesso istituto di credito. I tre sarebbero stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza installate nei pressi dell’ingresso blindato. Indagano i carabinieri.

Il sindaco Cennamo: «Aprite la caserma»

«La rapina di questa mattina è un episodio spiacevole e deprecabile. Ogni commento è superfluo. Nonostante l’impegno delle forze dell’ordine purtroppo accadono comunque episodi che lasciano sgomenti e ci spingono a chiedere un rinnovato impegno di chi è preposto alla sicurezza del territorio. Non a caso, nei giorni scorsi, ho inviato una missiva al neo governo per chiedere con urgenza l’apertura della nuova caserma dei carabinieri. Non dobbiamo mai abbassare la guardia e i cittadini devono fare rete segnalando le situazioni sospette per il futuro della nostra città. Confido nel lavoro delle forze dell’ordine – conclude il primo cittadino -, per rintracciare con urgenza gli autori di questo grave gesto».

Articoli correlati