lunedì,Febbraio 6 2023

Aggredito quest’estate a Crotone, per i medici Davide non si riprenderà più

Il 20enne bolognese è in coma dall'11 agosto scorso: era stato colpito per strada da un coetaneo per uno scambio di persona. La rabbia della madre: «Me lo hanno ucciso e io ora voglio giustizia»

Aggredito quest’estate a Crotone, per i medici Davide non si riprenderà più

I medici non danno speranze: Davide non si riprenderà più. A raccontarlo al Corriere della Sera è la mamma, Giusy Orlando. «Mio figlio è in stato vegetativo, non si riprenderà mai più. Me lo hanno ucciso e io ora voglio giustizia». Parole disperate e cariche di rabbia per un destino beffardo. Davide Ferrerio, bolognese, appena 20 anni, è in coma dall’11 agosto scorso, quando a Crotone fu aggredito e colpito con un pugno da un coetaneo, Nicolò Passalacqua, convinto di trovarsi di fronte al rivale in amore a cui quella sera dava la caccia. In realtà, Davide non c’entrava nulla.

Dalle indagini, infatti, è immediatamente emerso che la vittima non conosceva il suo aggressore e quella sera si trovava in via Vittorio Veneto, nei pressi del Palazzo di Giustizia, in attesa di un suo amico con il quale si sarebbe dovuto recare in pizzeria.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SU LACNEWS24.IT

Articoli correlati