sabato,Gennaio 28 2023

Rende, genitori preoccupati a Surdo: «L’uscita di scuola è sulla strada, i nostri figli rischiano»

Il cancello delle elementari si trova a ridosso dell'arteria che collega il centro storico alla parte più moderna della città, dove le auto viaggiano a velocità sostenuta e non esistono marciapiedi: di qui l'allarme delle famiglie

Rende, genitori preoccupati a Surdo: «L’uscita di scuola è sulla strada, i nostri figli rischiano»

Chiedono ascolto e soprattutto che venga trovata una soluzione. Un gruppo di genitori ha espresso forte preoccupazione per la situazione logistica della scuola elementare di Surdo a via Molinaro. Il problema si pone all’orario di ingresso, ma soprattutto quando la campanella alle 13.15 segna la fine delle lezioni. L’uscita dal cancello dà direttamente sull’arteria che collega il centro storico alla parte più moderna di Rende.

Pur trovandosi in un centro urbano e con una segnaletica verticale che indica la presenza di un istituto, si procede a velocità sostenuta e non ci sono marciapiedi. Insomma, quanto basta per far squillare in seno a madri e padri un campanello d’allarme.

Delle rimostranze sono stati messi al corrente insegnanti e dirigenti, ma lo status quo è stato esposto anche in Comune. Al comando della polizia municipale, per l’esattezza. La presenza sul posto di un vigile – hanno spiegato i genitori – non è garantita ogni giorno a causa della carenza endemica di organico in cui versa l’ente.

In quel tratto di via Molinaro, inoltre, è complicato perfino accostare l’autovettura in modo da far scendere e salire i bambini in totale sicurezza. I pochi parcheggi presenti sono tutti riservati ai residenti, elemento non di secondaria importanza. Quotidianamente, infatti, la carreggiata si riduce drasticamente all’orario di uscita a causa delle macchine in sosta.

I genitori hanno provato a presentare qualche soluzione, senza ricevere disponibilità e risposte. La prima riguarda una piccola piazzola dove si fermano gli scuolabus: vorrebbero capire se sia possibile collegarla direttamente all’istituto. La seconda implicherebbe un divieto di transito e il traffico deviato, per una decina di minuti, su un tragitto secondario. La terza interessa proprio questa strada, via Micca, che costeggia la scuola elementare di Surdo. Non disdegnerebbero l’idea di far defluire i propri figli, qualora esistano le condizioni di massima sicurezza, proprio da lì. Fatto sta che ravvisano una situazione di pericolo e cercano un interlocutore con cui discutere, concertandoli, dei passi da compiere.

Articoli correlati