sabato,Gennaio 28 2023

Cosenza, giochi e laboratori per sensibilizzare al volontariato

"Diamo voce alla solidarietà" è la manifestazione che si è svolta oggi in piazza 11 settembre in vista della Giornata internazionale del 5 dicembre

Cosenza, giochi e laboratori per sensibilizzare al volontariato

In vista della Giornata internazionale del volontariato che si celebra il 5 dicembre, a Cosenza si sono accesi i riflettori sul ruolo prezioso e insostituibile di chi sceglie di donare tempo e competenze per sostenere la propria comunità e in particolare le persone più fragili.

In Calabria sono circa 97mila i volontari: una piccola delegazione di questi ha raggiunto, sabato 3 dicembre, piazza XI settembre per partecipare all’iniziativa “Diamo voce alla solidarietà” – in contemporanea con Bergamo – promossa da Forum Nazionale Terzo Settore, CSVnet e Caritas Italiana, alla quale hanno collaborato il CSV di Cosenza e i Forum del Terzo Settore della Calabria e di Cosenza.

Dalle 10 fino alle 17.30, le associazioni Effetto Larsen e ON! hanno animato la piazza con giochi e laboratori, interagendo con gli abitanti della città e stimolando loro riflessioni sul volontariato, sugli ostacoli ai gesti di solidarietà, sull’impegno giovanile. Le considerazioni emerse nella giornata saranno oggetto di dibattito nel convegno conclusivo dell’iniziativa “Diamo voce alla solidarietà”, che si svolgerà il 5 dicembre a Bergamo.

«Troppo spesso si tende a dimenticare che tante attività e servizi che troviamo nelle nostre comunità sono possibili solo grazie all’impegno dei volontari, che rappresentano un motore silenzioso ma inarrestabile che rende migliore la vita di ciascuno di noi», dichiarano Francesco Cosentini, portavoce del Forum cosentino del Terzo Settore e Giovanni Romeo, presidente del CSV di Cosenza.

«Oggi – proseguono – il mondo del volontariato si unisce in un grande abbraccio virtuale che coinvolge tutta l’Italia, rappresentato dalle due piazze di Cosenza e Bergamo. Lanciamo un messaggio importante non solo alla cittadinanza ma anche alle istituzioni: sostenere questo mondo, creare le condizioni affinché resista alle crisi e si sviluppi, è nell’interesse di tutto il territorio».

Articoli correlati