lunedì,Luglio 15 2024

Duplice omicidio Scorza-Hedhli, Francesco Adduci rimane in carcere

I giudici del Riesame di Catanzaro hanno condiviso l'ordinanza firmata dal gip distrettuale. Mantiene quindi l'impianto accusatorio della Dda di Catanzaro contro il presunto complice della strage di Cassano Ionio

Duplice omicidio Scorza-Hedhli, Francesco Adduci rimane in carcere

Il tribunale del Riesame di Catanzaro ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dagli avvocati di Francesco Adduci, ritenuto il complice dei killer per il duplice omicidio di stampo mafioso commesso nell’aprile del 2022 ai danni di Maurizio Scorza, pregiudicato, e di “Elena” Hedhli, compagna dell’uomo.

Leggi anche ⬇️

I giudici cautelari di secondo grado hanno condiviso quindi l’ordinanza del gip del tribunale di Catanzaro che già all’esito dell’interrogatorio di garanzia aveva confermato la custodia in carcere per Francesco Adduci, residente a Cassano Ionio, e titolare dell’azienda in cui sarebbe stato ucciso Maurizio Scorza con la sua dolce metà. Poi gli esecutori materiali dell’ennesima strage avvenuta a Cassano Ionio, hanno abbandonato la Mercedes di Scorza in una zona periferica del comune di Castrovillari. Adduci dunque rimane dietro le sbarre.

Leggi anche ⬇️

Articoli correlati